Astrocaryum aculeatum G.Mey. 1818 è una palma originaria della Amazzonia , il bacino del fiume Orinoco e Trinidad e Tobago . In Venezuela, riceve i nomi comuni di cumare , alcoyure o acaguru . 2

Habitat

Essa cresce in terreni ben drenati meno di 900 metri . Si diffonde semi e spesso piantato in frutteti in associazione con altre piante.

Descrizione

Il tronco è solitaria di 15-28 m di altezza e da 30 a 35 cm di diametro, con spine nere di 15 cm di lunghezza. La corona ha da 16 a 20 eretto lascia fan – a forma, con rachide di 4,5 a 5,5 m di lunghezza, con 60 a 150 coppie di pinnae ciascuno. Erecta infiorescenze con peduncolo 1,5 m, dioica fiori 3 petali vino rosso. Frutta in gruppi di 250, obovoid, ciascuno da 6 a 8 cm di lunghezza con un becco all’apice, da 4 a 5,5 cm di diametro, maturano verde e giallo, arancio o caffè; endocarp di 5 cm con un 3,5 per seme sette millimetri di spessore.

Olio

Il frutto di tucumã è composto da un nucleo legnoso di colore quasi nero, contenente una pasta di mandorle bianca, semi oleosi, molto duro e ricoperta con una pasta di colore giallo-arancio, e poca consistenza oleosa. Ci sono due tipi di oli sono prodotti da questo frutto: polpa esterna di olio e olio di mandorle. 3

industria cosmetica

Tucumán come pasta d’olio è usato per fare sapone. Proprietà per la sua ricca di acidi omega 3,6 e 9 grassi, l’olio è ampiamente utilizzato in cosmetica per l’idratazione della pelle, lozioni per il corpo e prodotti per capelli danneggiati. 4

L’olio estratto dalla polpa contiene 25,6% di acidi grassi saturi e acidi grassi insaturi 74,4% acidi composti palmitico , stearico , oleico , linoleico . Come è ricco di omega 3, 6 e 9 acidi grassi, è un buon idratante e usato in creme idratanti cosmetici pelle, lozioni per il corpo e prodotti per capelli danneggiati. E ‘anche un emolliente eccellente che si estende bene. Il valore di beta-carotene (che è di 180 al 330 mg / 100 g di olio) è più concentrata nell’olio che nella polpa. 5

Usi

Le fibre dei boccioli o giovani foglie sono usate per fare amache , amache , reti da pesca, cesti, bracciali, corde, archi e altri oggetti; rachide con produzione frecce indigene e Pinne Nobilis e alla fine fanno le scope. La polpa del frutto e il seme sono commestibili. I succhi di frutta possono essere fatte e olio di semi viene estratto.

Tassonomia

Astrocaryum aculeatum è stato descritto da Georg Wilhelm Friedrich Meyer e pubblicato nel Primitiae Florae Essequeboensis . . . 265. 1818. 6

etimologia

Astrocaryum : generico nome deriva dal greco astron = “stella” e Karion = “dado”, riferendosistellamodello a forma delle fibre intorno ai pori della endocarpo . 7

aculeatum : appellativo latino significa “spinoso”. 8

sininimia
  • Astrocaryum chambira Burret
  • Astrocaryum Tucuma Mart.
  • Astrocaryum aureum Griseb. & H.Wendl. in AHRGrisebach
  • Astrocaryum candescens Barb.Rodr.
  • Astrocaryum princeps Barb.Rodr.
  • Astrocaryum princeps var. aurantiacum Barb.Rodr.
  • Astrocaryum princeps var. flavum Barb.Rodr.
  • Astrocaryum princeps var. sulphureum Barb.Rodr.
  • Astrocaryum princeps var. vitellinum Barb.Rodr.
  • Astrocaryum Jucuma Linden
  • Astrocaryum manaoense Barb.Rodr.
  • Astrocaryum macrocarpum Huber 9

Riferimenti

  1. Torna a inizio pagina↑ Galeano, G. & R. Bernal. 2005. Palmas (Famiglia Arecaceae o Palmae). Colombia Red Book Pl2: 59-223.
  2. Torna a inizio pagina↑ Malaret, Augusto (1970). Lessico flora e di fauna . Madrid: Comitato permanente della Association of Spanish Language Accademie. pp. vii + 569.
  3. Torna a inizio pagina↑ PESCE, Celestino. Semi oleosi da Amazônia. -Belém: Museu Paraense Emilio Goeldi, 2009.
  4. Torna alla cima↑ BORA, PS et. al:. Caratterizzazione delle frazioni di olio e di proteine di Tucuma (astrocaryum vulgare Mart) di frutta. 2001 Scienza dell’Alimentazione e Technologia, Ourense, Espanha, v. 3, n. 2, p. 111-116.
  5. Torna alla cima↑ BORA, PS et. al:. Caratterizzazione delle frazioni di olio e di proteine di Tucuma (astrocaryum vulgare Mart) di frutta. 2001 Scienza dell’Alimentazione e Technologia, Ourense, Espanha, v. 3, n. 2, p. 111-116.
  6. Torna a inizio pagina↑ ‘ Astrocaryum aculeatum ” . Tropicos.org. Missouri Botanical Garden . Estratto 21 marzo 2015 .
  7. Torna alla cima↑ (J. Dransfield, N. Uhl, C. Asmussen, WJ Baker, M. e C. Lewis Harley. 2008)
  8. Torna alla cima↑ In epiteti botanico
  9. Torna alla cima↑ Sinonimi Kew Estratto 31 luglio 2009
  • Galeano, Gloria . 1991. Le palme della regione Araracuara . Bogotá: Tropenbos. ISBN 95-95378-3-9