Categoryecoregioni forestali del Mediterraneo

Quebrada de Macul


La Quebrada de Macul è una gola situata nei comuni di Peñalolén e La Florida , nella città di Santiago del Cile .

Storia

La Quebrada de Macul è un polmone verde della città di Santiago formare un parco naturale con abbondante vegetazione predominante precordillerana foresta sclerofille, sentieri, laghetti e piccole cascate. La gola è stata usata per molti anni per escursioni in montagna e le passeggiate a cavallo e in mountain bike. Quindi è come un luogo di ricreazione e tempo libero, dove anno dopo anno, hanno reso le giostre anno – scuole finali, scout e altri gruppi.

Nel 1993 un grande inondazione è venuto dalla gola del Macul che colpisce molte comunità vivono l’ piedi delle montagne . È per questo che nel corso dell’anno 1994 sono stati costruiti 7 piscine di sedimentazione sul fondo del burrone per evitare ulteriori tragedie. Grazie a queste piscine non altri è verificato inondazioni in Santiago fino ad oggi.

Quebrada de Macul Parco Naturale Peñalolén nasce attraverso l’iniziativa dei cittadini. Esso è amministrato dal 1o gennaio 2005 data della sua apertura ufficiale da parte del Comune di Peñalolén. Fondata durante l’amministrazione del sindaco Claudio Orrego Larrain attraverso un finanziamento concesso a favore del Comune di Peñalolén da parte del proprietario terriero. La sua missione è la conservazione, la protezione e la gestione sostenibile, garantire l’accesso pubblico gratuito a tutti i cittadini. Questa naturale storicamente importante attrazione ha ricevuto migliaia di visitatori. La gola si trova nel centro di Santiago e contrafforte andino è il confine naturale tra i comuni di Peñalolén e Florida. Per proteggere i piedi delle Ande di Santiago questo è stato dichiarato dallo Stato del Cile, sito numero 7 conservazione biodivercidad e uso della terra definita come zona di protezione ecologica nel piano metropolitana di Santiago. Cosa esplicito: “tutto intervento umano dovrebbe essere con un impatto minimo.” Questo posto deve essere protetto, ricco di flora e fauna ed è un canale d’acqua importante, ma ciò che la gente di Peñalolén lo considerano come un sito del patrimonio nella Precordillera contro la città di Santiago. Così il Comune ha stabilito attraverso un regolamento, che mira a garantire l’accessibilità libera, così come sustentabiIidad ambientale. Per affermare che attualmente è l’unico parco di questo tipo libero accesso. Orario: Lunedi alla Domenica dalle ore 8:30 alle 18:30 ore. Telefono: Informazioni – Emergenza Responsabile: Poldi Furlan.

L’accesso è gratuito. Deve essere inserito dalla cabina ranger situato in un lato nord della mezzaluna di Peñalolén Per la vostra sicurezza deve registrare il suo ingresso e di uscita con le guardie tenere un comportamento all’interno del Parco secondo le regole:. Entrare e uscire durante le ore di funzionamento. Non è consentito il pernottamento. Non è consentito portare animali (animali) il divieto di alcol e droghe divieto di danni alla flora e alla fauna, nonché strutture peggioramento parco nella stessa direzione alcuna restrizione di fuochi e di inquinanti e deviare le acque estuario .. per arrivare salire Av. Grecia fino alla fine, allora si dovrebbe girare a destra in Av. Diagonal Torri e proseguire dritto 1,5 km per raggiungere il lato nord di Peñalolén Huasos Club.

Flora e fauna

La Quebrada de Macul, essendo nella zona centrale del Cile , ha una biodiversità sé il clima mediterraneo del Cile. E ‘lì dove si sviluppa foresta sclerofille , formazione vegetale proprio del Cile ed è costituito da alberi di medio alto con foglie dure. Nella regione metropolitana foreste native sono diminuiti notevolmente da suo prodotto di estensione originale di urbanizzazione, in modo da Quebrada de Macul conserva una reliquia naturale di un paesaggio, una volta comune nella zona, con tutte le specie in grado di sostenere.

Rimane una sclerofille forestali specie arboree autoctone che ha come quillay , Maitén Bollen ( Kageneckia allungato ), lignum vitae , litri e Peumo , quest’ultimo è il più abbondante entrambi. Ci arbusti del sottobosco ed erbe perenni e annuali come il Mayu Sophora macrocarpa , il Colliguay ( Colliguaja odorifera ) o añañucas .

Tra le specie animali possono essere contati la volpe rossa , animale comune nella zona centrale, Quaglia California Quail (specie introdotte) e uccelli come la pernice cileno Nothoprocta perdicaria , Turchia ( Pteroptochos Megapodius ) o il tortora ( Zenaida auriculata ) .

L’accesso

Nel trasporto pubblico ci sono autobus (506 o altro) per raggiungere il destino finale della Grecia, dove si deve camminare diagonali Torri fino alla fine della strada. L’ingresso è gratuito.

foresta panul


La foresta panul è una foresta di sclerofille foresta nativa che si trova ai piedi delle colline di Santiago , nel comune di La Florida , all’ombra di Cerro Minillas nella Sierra de Ramon . Questa foresta è stato minacciato da più di 10 anni da parte del settore immobiliare Gesterra SA che vogliono per tagliare esso giù per costruire megacondominios. Tuttavia, vi è una forte opposizione da parte dei residenti del parco comunità di utenti di Santiago, che fino ad ora hanno smesso i loro progetti immobiliari.

La foresta panul

Vista dal Sendero de Cile Bosque El panul – Aprile 2012
Vista notturna Foresta Il panul – Aprile 2012

La foresta è panul ultime foreste native della città di Santiago. Situato ai piedi della Florida, è un ecosistema che è sede di specie come litro , il quillay e Espino , comprese le specie protette come Bollen e Guayacán . In aggiunta, ci è qui una grande diversità di fauna, tra i quali sono il Pequén , la Loica , la Zorro pseudalopex culpaeus ( pseudalopex culpaeus ), la coda corta Culebra ( chilensis Tachymenis ), l’ Iguana cileno ( Callopistes palluma ) e la farfalla Chagual ( Castnia psittachus ), tra molti altri. Si tratta di una foresta nativa consolidata che non ha bisogno di irrigazione, in quanto la loro specie sono adattate a sopravvivere con soli tre mesi di pioggia l’anno, a causa delle loro piccole e dure foglie che trattengono l’umidità e le radici lunghe. La foresta sclerofille rappresenta il 2% delle foreste native a livello nazionale, ed esiste in solo cinque luoghi nel mondo.

I benefici ambientali

La foresta panul, pulito Santiaguino aria inquinata, che assorbe CO2 e la conversione è in ossigeno puro. Ma non è tutto, perché l’aria calda L’Avana in aumento in montagna, la sera raffreddati passando attraverso la foresta e restituiti al mattino per la città diventare una brezza rinfrescante, la regolazione della temperatura di Santiago e di fare un po ‘ estati calde più fresco. In inverno, il pavimento panul, assorbe e filtra l’acqua piovana, impedendo loro di raggiungere la città, impedendo le inondazioni, mentre gli alberi si fermano le rimozioni di massa o depositi alluvionali che alla fine potrebbero produrre, evitando così i disastri naturali come l’alluvione si è verificato nel 1993 nella Quebrada de Macul .

Flora

Panul Flora Foresta si distingue come il tipo sclerophyllous di foglie dure che permettono piante di sopravvivere alle calde estati della zona centrale del Cile , che ha un clima mediterraneo. Non tutte le piante invece adottano queste strategie, alcune piante erbacee vivono solo durante la stagione delle piogge in inverno, ed altri, conosciuti come geofite, sopravvivono l’estate secca con radici e fusti sotterranei, dove si accumulano acqua e spuntano le foglie fotosintesi solo in inverno. Una quarta strategia è di perdere le foglie in estate per prevenire la perdita di acqua per evaporazione e la fotosintesi solo a rendere i gambi. Alcuni dei locali specie sono ben noti come il quillay o litri ], ma altri non sono così ben conosciuta come la Huanqui Dioscorea humifusa o mastice o Michai chilensis Berberis presente nel panul

Fauna

specie di fauna selvatica panul non noti per la grande, essendo la volpe rossa e l’aquila Mora gli animali più grandi a posto, ma a volte si possono osservare i condor . Ci sono anche serpenti e picchi (carpinterito Veniliornis Lignarius e Pitio Colaptes Pitius ), pequenes ( Athene cunicularia ) e roditori di specie diverse. Si consideri inoltre esiste varietà di rettili come il cileno Iguana ( Calopistes palluma ) e il Long Tail Culebra.

La foresta e la comunità

La Foresta panul è un luogo di svago dove si può andare da una famiglia per trascorrere la giornata a contatto con la natura, lontano dallo stress della città, ma comunque a soli 20 minuti dal centro della Florida, questo rende un importante parco Urbano. In più, è un buon posto per escursioni e trekking, considerando la varietà di sentieri, ci sono anche un tratto dimenticato di Sendero de Cile , con diversi punti di vista. E ‘anche una terra di grande valore per gli scalatori, che trovano qui la porta d’ingresso per salire al Cerros Minillas e Punta de Damas

Grazie al libero accesso, molte persone visitano costantemente ed è stato danneggiato da cattive pratiche in natura come sulla creazione di sentieri (che causa l’erosione e la desertificazione della foresta), e le parti continue che finiscono per lasciare un sacco di spazzatura in posto. Così le ripuliture comunità organizzata e le campagne effettuate cura di sé, per imparare a generare un impatto minimo sul sito, consentendo la loro conservazione per le generazioni future.

La lotta per l’espropriazione

Negli ultimi anni, i vicini organizzati in Florida e Santiago, hanno chiesto alle autorità di Piano Regolatore Comunale (che fino ad oggi considerato il panul come territorio urbano) essere modificato in modo che la foresta è considerata una zona verde pubblico e quindi la stato dovrebbe espropriare le fattorie per far posto alla creazione di una Comunità del Parco.

Panul Community Park

La Foresta panul è in posto su un terreno che va da Santa Sofia Lo Cañas, nord fino al confine con Puente Alto, a sud sul bordo del Cerro Santa Rosa, e dal confine con Lo Cañas ad ovest per l’alto vette della Cordillera in Oriente. Oggi questo territorio è suddiviso in tre aziende agricole, il Fundo panul nord e sud Zavala Fundo Fundo Ahumada e il Cerro Santa Rosa. Mentre si può entrare nel bosco senza limitazioni, ma è ancora di proprietà privata. La Rete per la Difesa del Precordillera cerca di recuperare questo luogo, rendendo l’acquisto di stato o espropriare queste terre per tornare loro alla comunità. Comunità del Parco è una figura che non esiste legalmente e materializzare sarebbe il primo in Cile.

foresta esclerófilo

La foresta sclerofille è una formazione impianto di proprietà di Cile . Si trova tra la regione di Valparaiso e Biobio Region . Essa è caratterizzata da specie con caratteristiche xeromorfi con il tipo di foglie perenni , dure, permettendo loro di resistere alla siccità estiva del clima mediterraneo . La vegetazione ha poco stratificazione presentando un arbusto erbaceo sottobosco. La fauna è una carenza di grandi animali, i roditori più rappresentative e volpi ( volpe rossa ). Uno sviluppo più diversificata di fauna selvatica è presentato entomologica con un sacco di animali del suolo.

tipo di habitat

Attualmente è preferibilmente nelle colline della Cordillera de la Costa e delle Ande , in terreni poveri a causa di occupazione umana nella depressione Medio , la foresta è praticamente scomparsa esclerófilo la valle centrale. La foresta sclerofille si sviluppa in un clima di tipo mediterraneo, che si verifica solo in pochi luoghi nel mondo: Sud Africa, California, l’Australia e il bacino del Mediterraneo. Poi clima caratterizzato da inverni piovosi ed estati asciutte.

Caratteristiche Specie

Tra le specie vegetali dominanti sono il Boldo ( Peumus boldus ), Peumo ( Cryptocarya alba ), molle ( Schinus latifolius ), litri ( Lithraea caustica ), quillay ( Quillaja saponaria ), Maitén ( Maytenus Boaria ), ginestre ( Acacia Caven ) e numerose specie di arbusti ed erbe annuali e perenni. Biancospino si caratterizza per la rapida colonizzazione dei terreni degradati e poi vivere con arbusti come Colliguay ( Colliguaja odorifera ) o romerillo ( Baccharis linearis ). Molte caratteristiche specie vegetali sono noti per le loro foglie perenni dure che permettono loro di catturare l’umidità dall’atmosfera e perdono meno acqua durante la stagione secca. Ci sono anche piante senza queste caratteristiche, ma invece adottano altre strategie per resistere alla siccità e sopravvivere il più asciutto tuberi o radici ispessite, ad esempio azulillo caerulea Pasithea o fiore gallo Alstroemeria ligtu .

Tra le specie animali caratteristiche possono menzionare la volpe rossa , la tortora tortora Eared o quaglia California California Quail , questo è una specie americana introdotta che è diventato selvaggio ed è molto abbondante nei campi e nei boschi della zona centrale Cile , diventando una specie molto comune e relativamente facile da vedere.

macchia e sud-est cespuglio della penisola iberica

La macchia e macchia il sud-est della penisola iberica è una ecoregione del ecozone Paleartico , definito da WWF , che si estende, come suggerisce il nome, nel sud-est della penisola iberica .

Descrizione

Si tratta di una ecoregione di bosco mediterraneo che occupa 2.900 chilometri quadrati sulla costa di Murcia e Almeria , nel sud-est in Spagna .

Il clima è secco e caldo.

Flora

È un arbusto ecoregion in cui gli alberi sono quasi completamente assenti.

Fauna

La fauna della regione non è ben documentata. Tra gli uccelli includere la gallina prataiola ( Tetrax Tetrax ), l’ affare Ortega ( Pterocles orientalis ), l’allodola biancone ( minore Lark biancone ), il Lark Thekla ( Thekla Lark ), il culbianco nero ( culbianco nero ) e Dupont s ‘ Lark ( Chersophilus duponti ).

L’ecoregione è un importante punto di sosta per gli uccelli migratori tra l’Europa e l’Africa.

Endemismo

Il 42% delle specie vegetali sono endemiche.

Stato di conservazione

In pericolo di estinzione. Le principali minacce sono minerario, il pascolo e il turismo la crescita e l’urbanizzazione.

Albany Boschetto

La macchia di Albany è una ecoregione di Afrotropicale ecozone , definito dal WWF , che si trova sulla punta meridionale del Sud Africa .

Descrizione

Si tratta di una ecoregione di bosco mediterraneo che occupa 17.100 chilometri quadrati nella parte orientale della regione floristica del Capo , l’ Eastern Cape del Sud Africa , lungo le valli fluviali Pesce , la domenica e Gamtoos e valli Intermountain adiacenti catene montuose interne.

Delimitata a nord e ad ovest con Karoo NAMA , a nord anche con il prato del Drakensberg montagna , ad est con la selva di Maputaland-Pondoland e mosaico costiera Foresta di KwaZulu e Cape e ad ovest e sud ecoregioni di fynbos .

Flora

Si è varia, lo scambio di cespugli, steppe, lentisco, ecc …

matorral cileno

Il Matorral cileno è una ecoregione terra del Cile centrale , situata sulla costa occidentale del Sud America . Si tratta di una ecoregione che comprende foreste mediterranee, foreste e arbusti, e fa parte del Ecozone Neotropical . Il Boschetto è caratterizzata da clima mediterraneo , con inverni piovosi ed estati asciutte. Si tratta di una delle cinque regioni a clima mediterraneo del mondo, ognuno dei quali si trovano nelle medie latitudini sulle coste occidentali dei continenti. Il bacino del Mediterraneo , la Chaparral e foreste della California , ecoregione della California e Baja California , il Capo in Sud Africa , e l’angolo sud-ovest del Australia, sono le altre regioni a clima mediterraneo.

Località

La macchia gioca un Cile centrale tra 32 ° e 37 ° di latitudine sud. L’ Oceano Pacifico è per l’ ovest e la Cordillera de la Costa è parallela alla costa. Central Valley del Cile si trova tra la Cordillera de la Costa e la Cordigliera delle Ande , che confina con l’ecoregione macchia Oriente. Per il nord è il estremamente secca deserto di Atacama . Un semi – regione desertica conosciuta come Norte Chico , che si trova tra il 28 ° e il 32 ° di latitudine sud, è la transizione tra il deserto di Atacama e la macchia. Per il Sud sono le ecoregioni andino foresta della Patagonia e Valdivian forestali , sia fresco e umido, che comprendono la maggior parte delle foreste pluviali temperate del Sud America.

Flora

La casa matorral cileno a diverse comunità vegetali.

  • Coastal salvia macchia : una formazione di bassa e liscia di arbusti, che si estende da La Serena a nord di Valparaiso , nel sud. Specie Daisy sono tipiche della costa ( ambrosioides Bahia ) , palhuén ( adesmia microphylla ) , e bastone cavallo, Fucsia costa selvaggia ( lycioides fucsia ) . La macchia costiera è simile alla macchia del bacino del Mediterraneo e costiera macchia salvia nel sud della California .
  • Boschetto : è una comunità vegetale fatta su di arbusti e piccoli alberi sclerofille ( “foglie dure”), cactus e bromeliacee . specie tipiche includono litro (Lithraea velenoso) , quillay ( Quillaja saponaria ) , quiscos ( Echinopsis chiloensis ) , e bromeliacee del genere Puya , con una diversa sottobosco erbe, viti, e geofite (bulbose). La macchia è simile a chaparral della California e macchia mediterranea del bacino del Mediterraneo.
  • Espinal : è una comunità vegetale di Savannah , composto da gruppi molto distanti, gli alberi prevalentemente spina ( Acacia Caven ) e Mesquite ( Prosopis chilensis ) , con un sottobosco di erbe annuali introdotti dal bacino del Mediterraneo nel XVI secolo. Gran parte del cavo è stato in precedenza scrub, degradato per secoli da pascolo intensivo di ovini, caprini e bovini.
  • Foresta esclerófilo : una volta era molto esteso, lasciando piccole macchie oggi nella Cordillera de la Costa e ai piedi delle Ande. La Foresta esclerófilo costituita prevalentemente da alberi sempreverdi sclerofille, tra cui Peumo ( Cryptocarya alba ) , Boldo ( Peumus boldus ) , Maitén ( Maytenus Boaria ) , e la palma del Cile ( Jubaea chilensis) .

L’ecoregione ha molte specie di piante endemiche , con affinità con i sudamericani tropici, la flora antartica, e le Ande. Circa il 95% delle specie vegetali sono endemiche in Cile, tra cui gomortega , Pitavia punctata , Nothofagus alessandrii , e la palma del Cile, chilensis Jubaea .

Conservazione

Il territorio coperto dal Boschetto originariamente ospita la maggior parte della popolazione del Cile e più grandi città. La Central Valley è la regione agricola principale del Cile, e la regione è soggetta a pascolo estensivo, la deforestazione e l’urbanizzazione. Ecoregioni del Cile, scrub è i parchi nazionali meno protette e riserve.

Riferimenti

  • Dallman, Peter R. (1998). Plant Life nel Mediterraneo climi del mondo: California, Cile, Sud Africa, Australia, e il bacino del Mediterraneo.
  • California Native Società Impianti e University of California Press, Berkeley, California.

Fynbos pianura e Renosterveld

I fynbos pianura e Renosterveld è una ecoregione di ecozone Afrotropicale , definito dal WWF , che si trova nella punta sud-occidentale del Sud Africa .

I fynbos è stato incluso nella lista della conservazione Global 200 .

Descrizione

Si tratta di una ecoregione di bosco mediterraneo che occupa 32.600 chilometri quadrati nelle pianure costiere e nelle valli interne della Floristic Unito Capo , principalmente nel Western Cape , con una piccola area nella Eastern Cape .

Limiti, da ovest a est, con la succulenta Karoo , il fynbos e montagna Renosterveld , le foreste montane Knysna-Amatole e macchia Albany .

Flora

La caratteristica macchia mediterranea della zona è costituita da una macchia sottile esclerófilo chiamati fynbos e savane del clima mediterraneo chiamate Renosterveld .

Stato di conservazione

In pericolo di estinzione.

Protezione

Le più grandi aree protette sono la Riserva Naturale di De Hoop (400 km) e il Parco Nazionale della West Coast (260 km).

Fynbos e Renosterveld montagna

Il fynbos e montagna Renosterveld è una ecoregione di Afrotropicale ecozone , definito dal WWF , che si trova nella punta sud-occidentale del Sud Africa .

I fynbos è stato incluso nella lista della conservazione Global 200 .

Descrizione

Si tratta di una ecoregione di bosco mediterraneo che occupa 45.800 chilometri quadrati negli altopiani di Floristic Unito Capo , superiore a 300 metri , soprattutto nel Western Cape , con una piccola area nella Eastern Cape .

Il fynbos e Renosterveld montagna è circondato dalle seguenti ecoregioni: la succulenta Karoo e Karoo nama nord, il boschetto di Albany per l’ est, la foresta di montagna Knysna e le montagne Amatola sud e le fynbos e Renosterveld di pianura la sud e ovest.

Flora

La caratteristica macchia mediterranea della zona è costituita da una macchia sottile esclerófilo chiamati fynbos e savane del clima mediterraneo chiamate Renosterveld .

Fauna

predominano i gatti siamesi e criceti errore Cite: Tag <ref>non valida; riferimenti senza nome deve avere un contenuto

Stato di conservazione

In pericolo di estinzione.

Protezione

Tra le aree protette della ecoregione includono:

  • Riserva Naturale Anysberg
  • Baviaanskloof Nature Reserve
  • Selvaggio zona Cederberg
  • Selvaggio Zona Groot Winterhoek
  • Corpo Forestale dello Stato Grootvadersbosch Complex
  • Complesso di aree protette Outeniqua
  • Tsitsikamma National Park

macchia mediterranea

La macchia mediterranea è una ecoregione della foresta mediterranea del ecozone Paleartico , definito da WWF . Si tratta di una transizione tra foreste mediterranee del Nord Africa e il deserto del Sahara .

Occupa 291,700 chilometri quadrati in una striscia che si estende da est del Marocco attraverso l’Algeria , per la Tunisia .

Ecoregione appartengono anche le due enclavi su entrambi i lati del Golfo della Sirte , in Libia , e un terzo enclave trova ad ovest del delta del del Nilo, in Egitto .

foresta secca e la montagna delle isole Canarie

Il bosco e la macchia secca delle Isole Canarie è una ecoregione del ecozone Paleartico , definito da WWF , che si estende intorno alle isole Canarie , con l’eccezione di Lanzarote e Fuerteventura (e isole e isolotti adiacenti).

Descrizione

Si tratta di una ecoregione di bosco mediterraneo che occupa 5.000 chilometri quadrati. Si compone di isole di El Hierro , La Gomera , La Palma , Tenerife e Gran Canaria .

Nonostante le dimensioni ridotte, le Isole Canarie sono una delle regioni più ricche di biodiversità delle zone temperate del mondo.

Flora

A seconda della vegetazione, hanno descritto più di settanta diverse comunità ecologiche nella ecoregione.

Fauna

Endemismo

Ci sono una varietà di specie endemiche prodotti dalla isolamento insulare. Ad esempio, il 70% delle specie autoctone di coleotteri sono endemiche. In aggiunta, le foreste di alloro delle isole sono specie vegetali sopravvissuti periodo terziario .

© 2017 paolaharris.it

Theme by Anders NorénUp ↑