La foresta di Fontainebleau ex Foresta Beer (erica derivato), è un importante terreno forestale della Francia, 60 km a sud est di Parigi. Essa ha una superficie di 280 chilometri e si trova principalmente nel distretto di Fontainebleau , nella parte sud-occidentale del dipartimento di Seine- et- Marne . La maggior parte della foresta si trova nel cantone di Fontainebleau , anche se la zona si estende in cantoni vicini e persino al lontano ovest come la città di Milly-la-Forêt , nel vicino dipartimento di Essonne. All’interno ci sono due comuni, le città di Fontainebleau e Avon .

La foresta di Fontainebleau è un importante e boscoso massiccio 25.000 ettari, di cui 21.600 ettari oggi siano gestiti in foresta comunale.

Questo massiccio, al centro della quale è la città di Fontainebleau, si trova in Seine – et – Marne . Il bosco comunale si estende su una corretta 17072 ettari; Ha una quota variabile di 42 metri (la Senna in -Roi Bois-le ) a 144 metri (Crocevia del Banco del Rey, 2 km al nord di Fontainebleau).

Si è frammentato e attraversata dalla autostrada A6 (1964), nazionale 6 e 7, nonché la stazione di Parigi a Lione . Ogni anno, milioni di visitatori vengono a piedi (13 milioni nel 2006).

La foresta di Fontainebleau è famosa nel mondo per aver ispirato gli artisti del XIX secolo : pittori impressionisti e scuola di Barbizon e fotografi, scrittori e poeti.

Storia

Nel 1067 , il re Filippo I acquisito Gatinais County, permettendo il vero potere dominare direttamente il territorio della foresta corrente. Nel 1167 , testimonia per l’esistenza di una vera casa.

Nel 1400 , Carlo VI ordinò la prima riforma della foresta, ovvero la chiusura completa della foresta per un paio di mesi, al fine di verificare i diritti e gli usi di ogni sulla caccia e la foresta. Questa procedura eccezionale si rinnova più volte sotto il vecchio regime .

Al momento della Louis XIV , meno del 20% della superficie è legname. Colbert lancia la nuova riforma Giu-SET 1664 così come le opere di impianto. Il re poi corre attraverso la foresta ogni anno in autunno per la caccia.

Nel 1716 , in risposta alla la terribile inverno del 1709 , una nuova organizzazione della foresta è promulgata: 6000 ettari sono coltivati con legni duri, ma questo fallimento pressoché totale è rivelato. Una nuova organizzazione è tornato a lanciare nel 1750 . Nel 1786 , una introduzione timida di pino silvestre è tentato.

Dopo la rivoluzione, in risposta alle numerose registrazione proliferazione selvaggia e la mancanza di caccia furtiva, Napoleone I gestione della riforma forestale e il castello 1807 . Nel 1830 , l’impianto di 6.000 nuovi ettari con vari tipi di pino provoca malcontento di artisti che vengono a cercare ispirazione nella foresta. D’ l’ altra parte, lo stagno esistente Évées è completamente scarica e piantato nel 1837 .

Nel 1839 , Claude François Denecourt ha pubblicato la sua prima guida per camminare attraverso i boschi e sentieri sono condizionati all’inizio del 1842 . Dal 1849 , la ferrovia arriva a Fontainebleau, che permetterà parigini da visitare Fontainebleau corse giornaliere.

Nel 1861 , viene creata la prima riserva artistica di 1097 ettari. E ‘la prima riserva naturale nel mondo, anticipando la creazione di Yellowstone National Park in Stati Uniti .

Nel 1872 il Comitato Prima di tutela artistica della foresta di Fontainebleau, che aderisce, tra gli altri, si basa Victor Hugo . Succede nel 1907 l’Associazione degli Amici della foresta di Fontainebleau.

Nel 1944 viene assassinato ex ministro degli Interni di Francia , Georges Mandel . Nel 1953 , il primo mirato e integrato riserve biologiche, in sostituzione di riserve artistiche, soppresso creato nel 1967 .

Geologia

  • Le arenarie di Fontainebleau sono famosi per le rocce così rare che sono molto ambite dagli appassionati scalatori.

Wildlife

  • I più numerosi alberi sono: Oaks (44%), il pino silvestre (40%), faggio europeo (10%);
  • 3.000 specie di funghi sono stati scoperti;
  • 7.000 specie animali, tra cui 5.000 specie di insetti.

Flora

  • erba Crag ( “Brachypodium pinnatum”);
  • Fontainebleau Tree Service ( “Sorbus latifolia”, protezione nazionale);
  • Amelanchier ovalis , protezione nazionale;
  • Juniperus communis ;
  • Orchidee Limodorum abortivum ;
    • Red Helleborine ( “Cephalanthera rubra”, protezione nazionale);
  • Thalictrum meno , protezione nazionale;
  • Campanula persicifolia ;
  • Madder ;
  • Rosa pimpinellifolia ;
  • Cranesbill ( “Geranium sanguineum”);
  • Hirundinaria Vincetoxicum ;
  • Trifolium Rubens , protezione nazionale.

Fauna

Mammiferi

Tra i grandi mammiferi , abbiamo trovato cinghiali e cervi .

Aves

  • Picchio (campagne principali);
  • Picchio (campagne minori);
  • Tit (Parus major);
  • Tit (Parus caeruleus);
  • Luì piccolo (Phylloscopus collybita);
  • Silvia (Phylloscopus trochilus);
  • Bonelli s ‘ verdognola (Phylloscopus bonelli);
  • Capinera (Sylvia atricapilla).

Misure di protezione

Foresta di Fontainebleau da Karl Bodmer 1850.

vari statuti coesistono e si sovrappongono, ognuno ha le proprie peculiarità.

Queste leggi non coprono tutta la foresta, ma trame più o meno interessanti e livello ambientale ed economico diverso.

  • la protezione delle foreste :

Conservazione uso attuale del suolo obbligatoria. Qualsiasi cambiamento che minaccia il medium è vietata.

“benefici”: difesa contro la costruzione di nuove infrastrutture e la cura dell’ambiente.
“Limiti”: solo la superficie iniziale viene mantenuta, nessuna raccomandazione mira a garantire la conservazione della sua biodiversità .
  • rete Natura 2000 ( Zona di Protezione Speciale e zona speciale di conservazione ):

la protezione degli habitat, la messa in rete europea.

“benefici”: la protezione degli habitat regolamentare.
“Limiti”: la foresta non è integrato nella sua interezza nella rete Natura 2000, ma è frammentato tra le aree protette e le zone non protette.
  • Riserva della Biosfera :

Classificazione nell’ambito del programma Man and Biosphere di Unesco . Il suo obiettivo è di conciliare la biodiversità e l’uso sostenibile delle risorse naturali.

“benefici”: aumenta le possibilità di collaborazione tra i diversi gestori, nel quadro di uno sviluppo sostenibile.
“Limiti”: nessun valore giuridico nazionale, funzione di consulenza agli attori del mezzo.
  • Sito di importanza comunitaria :

Inventario nazionale delle aree naturali di elevato interesse patrimonio e realizzato da direzioni regionali di Ambiente (Ambiente) (DIREN)

“vantaggi”: la conoscenza da parte delle autorità locali del loro patrimonio naturale.
“Limiti”: No Stato normativo
  • sito classificato :

Territorio che non può essere distrutto o modificato nel vostro stato o l’aspetto.

“vantaggi” restare in tali condizioni il patrimonio
“Limiti”: poco rispettati
  • Riserva Biologica :

Protezione e conservazione. Ci Regia Biological Reserve (conservativo) e la Riserva Biologica INTEGRA (nessuna gestione).

“Limiti”: si possono essere declassificati ad ogni modifica dell’organizzazione
  • Riserva volontaria naturale , area naturale sensibile o protezione ordine biotopo governatore .

Associazioni chiedono la classificazione come un parco nazionale , che avrebbe rivitalizzare l’economia locale, migliorare la protezione delle foreste e le sue notevoli aspetti, il finanziamento e sarebbe condividere pressione turistica attribuito attualmente troppo tempestivo.

Tuttavia, la forte divisione per la rete stradale, con accompagnamento danni ed altri fattori, ostacolano la sua realizzazione.

Economia

La foresta è sfruttato dal 1330 . Dal XVI secolo , è stato sfruttato per la pavimentazione delle strade di Parigi. Nel 1831 , 3.000.000 sono state prodotte ancora mattoni (finitrici). In la fine del XIX secolo , sotto la pressione di artisti, questa attività estrattiva di pietra che poi occupata di 2.000 uomini è stato limitato. Nel 1907 , l’ultima operazione è stata chiusa. A Trois-Pignons, chiusa nel 1983 . La sabbia finissima e pura è sfruttata per vetrerie dal 1640. Si è sempre operato sulla riva ( Bourron Marlotte ).

Nella narrativa

  • Act 1 (il Prologo nella versione italiana) opera di Verdi “Don Carlos” è trascorso nella foresta di Fontainebleau.
  • Bernard Werber divenne la foresta di Fontainebleau il centro della scena della sua trilogia di formiche .