CategoryLaurisilva

Laurisilva di Madeira

Il Laurisilva di Madeira ( Floresta Laurissilva da Ilha da Madeira , in portoghese ) è un luogo naturalmente dichiarato un Patrimonio dell’Umanità da parte dell’Unesco nel corso dell’anno 1999 . 1 è considerato per essere una reliquia molto prezioso, le sue dimensioni e la qualità, l’alloro , un tipo di foresta di alloro abbondante nei tempi passati e oggi praticamente estinti. Si ritiene che il 90% è una foresta primaria.

Unesco giustifica l’inclusione di questo patrimonio mondiale nel proprio perché è il più grande Laurisilva rimanente nella diffusione passato, in tutta l’Europa e ora praticamente estinta. In aggiunta, questa foresta è considerata un centro di biodiversità di piante e contiene molte endemiche, rifiuti e specie rare, in particolare briofite , felci e piante con fiori ; degno di nota sulle lamiaceous abutiloides Teucrium . Essa ha anche un fauna invertebrati molto ricco, di essere tra le specie endemiche per l’isola, la colomba di Madeira . 2

Il Laurisilva di Madeira si trova sull’isola principale della dell’arcipelago (Isola di Madeira). Prima della colonizzazione coperto praticamente l’ intera isola. Poi è stato bruciato dai primi coloni e sono ora conservati 15.000 ettari di superficie dell ‘isola, che corrisponde al 20% della sua lunghezza. Si concentra principalmente sulla costa nord , a quote comprese tra i 300 ei 1.400 metri. Sulla costa sud , appare in zone di altitudine tra i 700 ei 1.600 metri.

Oltre a questo laurisilva di Madeira, resti di questa foresta negli arcipelaghi delle Azzorre e delle Canarie ; nell’Europa continentale, è solo una zona di testimonianza nel Parco Naturale Alcornocales , all’estremità meridionale della penisola iberica . 3

Riferimenti

  1. Torna alla cima↑ “Laurisilva di Madeira” (in inglese) . Settore Cultura dell’UNESCO . Estratto 11 Marzo 2015 .
  2. Torna alla cima↑ sito dell’Unesco
  3. Torna a inizio pagina↑ “Parco Naturale di Los Alcornocales” sul sito web della andaluso

Canary Laurisilva

La foresta di alloro delle Canarie è un tipo di foresta subtropicale presente in alcune delle isole Canarie . Esso è strettamente legato ad altre formazioni forestali comuni nel resto dello spazio biogeografica denominata Macaronesia . Sono conformi specie di alberi della famiglia delle Lauraceae , che insieme alla fayalbrezal il monteverde chiamato. Ha terreni profondi ed è caratteristica dei mediocri (tra 600 e 1500 m sul livello del mare) a vento (verso nord) influenzato dalle nebbie del commercio , la mancanza di gelo, con precipitazioni di 500-1100 mm e una temperatura media annuale di fra 15 e 19 ° C.

Origine

Questa foresta esteso durante il periodo terziario , più di 20 milioni di anni fa, una vasta area del bacino del Mediterraneo . Successivamente, le glaciazioni che si sono verificati presso il fine di tale periodo e per gran parte del Quaternario stavano muovendo laurisilva verso le regioni meridionali temperate, dove le condizioni erano più favorevoli alla loro sopravvivenza, si stabiliscono quindi in Nord Africa e gli arcipelaghi della Macaronesia. A la fine della glaciazione, ha iniziato la diffusione dei deserti in Africa del Nord, in modo da questa foresta è stata ridotta a quelle aree, che fungono da confini tra la zona temperata e il intertropicale (la Macaronesia ). Nel corso di milioni di anni, questa foresta ha subito pochissime trasformazioni evolutive, quindi è una reliquia vivente della vegetazione che copriva gran parte dell’Europa durante il Terziario.

Distribuzione

Attualmente i migliori rappresentazioni delle foreste di laurisilva delle Canarie sono in Parco Nazionale di Garajonay a La Gomera , ha dichiarato un parco nazionale in 1981 e un patrimonio dell’umanità da parte dell’UNESCO nel 1986 ; il Canal e Los Tilos su La Palma , ha dichiarato una Riserva della Biosfera da parte dell’UNESCO nel 1983 ; nel Parco Rurale di Anaga , dichiarata una Riserva della Biosfera dall’UNESCO e il Monte del Agua all’interno del Teno sia in Tenerife . L’isola di Gran Canaria ha piccole tasche degradate come Los Tilos de Moya all’interno del Parco Rurale di Doramas , perché i loro volta grandi foreste sono state abbattute nel XIX secolo per il legno per la fornitura di vapori di chiamata al porto La Luz e Las Palmas . Allo stesso modo , la zona alta di El Golfo a El Hierro ha anche degradato aree forestali di alloro.

Altre formazioni forestali molto simili che si trovano negli arcipelaghi portoghesi di Azzorre e di Madera e il Parco Naturale Alcornocales , all’estremità meridionale della penisola iberica, l’ unico posto in Europa continentale con una superficie di foresta di alloro. 1

Laurisilva

Il Laurisilva (in latino : Laurus + silva , ‘alloro foresta’ ) ? , Detta anche foresta temperata o foresta laurifolia , è un tipo di foresta pluviale subtropicale o alto, tipico del gelo umido, caldo e mite o no, con grandi alberi, pone giungla viti e liane le cui foglie assomigliano al di alloro , da cui essa prende il nome. Laurisilva si verifica nelle regioni temperate umido e caldo.

Il Laurisilva è stato gravemente danneggiato a causa di corto per l’uso del legno, sia la combustione accidentale che intenzionale, l’apertura di campi per le colture, sia di sussistenza o coloniali culture degli ultimi e di legname esotico piantagioni di oggi, il l’apertura di pascoli per il bestiame, campi da golf e strutture turistiche e l’introduzione di specie animali e vegetali esotiche che hanno sostituito la copertina originale. La maggior parte del biota è in grave pericolo di estinzione. Le specie che sono le foreste di alloro sono di solito forte e vigoroso, in modo che la foresta si rigenera facilmente, il suo declino è dovuto alla tremenda pressione che supporta.

Oggi il meglio conservato e studiato sono il laurisilva Valdiviana con una grande distesa immobile e foresta di alloro missionaria , con un gran numero di specie.

Ci sono estensioni continue di alloro in altri temperato-caldo, zone umide del pianeta, nel Mediterraneo orientale, in alcune isole nel il Mar Egeo , la costa del Mar Nero da Iran e la Turchia , le laurisilvas che ospitavano vecchio, sono alcune delle foreste come, Taxus baccata , prunus laurocerasus ecc, sulla costa turca del Mar nero per l’Iran .

Occupare in larga misura le foreste di alloro della costa orientale e il Golfo del Messico in Mississippi , Carolina e Florida in Stati Uniti , e le foreste di alloro della costa occidentale, in California, Oregon e in Canada da San Francisco, per Ucluelet , Vancouver, isole costa costiera e meridionale dell’Alaska, che stanno accadendo a poco a poco per diventare foreste di conifere. Durante il Miocene, California e Baja California sono stati coperti da boschi di tre specie di querce allori e altre specie della famiglia di alloro: Nectandra , Ocotea , Persea , e Umbellularia . 2 3 Una sola specie della famiglia di alloro, Umbellularia californica , rimane ancora in California oggi.

In Africa a Bamenda e il plateau di Adamawa confine tra la Nigeria e il Camerun , Las di Etiopia e Somalia, al confine con gli ecosistemi xerophitic, laurisilvas intorno ai Grandi Laghi in Africa e le foreste di alloro del plateau interno del Madagascar. Hanno trovato nelle montagne e le colline del bacino del Congo in Africa centrale. Ci sono anche Cloud foreste in Madagascar e altre isole in Atlantico e Indiano e l’ ecoregione isola chiamata foresta pluviale di pianura di Santo Tomé, Principe e Annobón , ha al suo vertice il bosco di montagna o alta foresta, con piante tipiche della flora Afromontane , come conifere podocarpácea Afrocarpus Mannii altezze São Tomé.

Associazioni alloro foglia di quercia Quercus e alloro castagno, Castanopsis , sono comuni in Eurasia; il “lauro-marrone” formare la vegetazione culmine accompagnato da Diospyros , Rutaceae e rododendri in Taiwan e raggiungere attraverso sud della Cina ad est delle Himalaya . In Asia, di Cina orientale, costa sud-occidentale dell’India e di Ceylon , in Asia per l’India settentrionale, l’alloro è tipico delle orientali dell’Himalaya , nei pressi di Assam e Arunachal Pradesh. e nelle montagne delle penisole indocinese. La foresta di alloro esteso a nord della valle dello Yangtze e ad ovest dell’altopiano tibetano. Questa regione è molto ricca di specie come querce e allori quercia, ginkgo, bambù, pini, azalee e camelie. È inoltre possibile trovare boschi con alloro e alberi di magnolia, e un sottobosco di arbusti e piccoli boschetti di bambù. A quote più elevate dominare conifere. foreste di alloro (shoyojurin) e bambù erano la vegetazione dominante nella ecoregione Taiheiyo foresta sempreverde del sud-est costa del Pacifico del Giappone . Accompagnato da Castanopsis , Machilus , o Quercus foglia di alloro. 4 Essi sono stati sostituiti in tempi recenti da veloci – specie in crescita.

Le montagne della costa del New South Wales in Australia, foreste di alloro di Nuova Guinea , Nuova Caledonia e Nuova Zelanda . Nuova Caledonia in un antico frammento di supercontinente Gondwana . Nuova Caledonia e Nuova Zelanda separati da deriva dei continenti da Australia 85 milioni di anni fa. Le isole conservano ancora la fauna selvatica e fauna selvatica che ha avuto origine in Gondwana e la diffusione attraverso i continenti dell’emisfero meridionale in seguito. I laurisilvas provenienti da Australia, Nuova Caledonia e la Nuova Zelanda, hanno un certo numero di altre specie correlate della Valdiviana di alloro, attraverso il collegamento delle flora antartica , come podocarpus Nothofagus gimnosperme e latifoglie. laevigatus Corynocarpus è chiamato alloro Nuova Zelanda, Laurelia novae-zelandiae appartiene alla stesso genere come sempervirens Laurelia . L’ albero niaouli , cresce in Australia, Nuova Caledonia e Nuova Zelanda.

In America centrale i laurisilvas sono il tipo più comune di foresta pluviale. Hanno trovato in zone di montagna di quasi tutti i paesi dell’America centrale. Normalmente più di 1000 m sul livello del mare. Nella Sierra de las Minas , il Guatemala , il più grande e più settentrionale foresta pluviale si trova l’America Centrale . In alcune zone del sud-est Honduras ci sono foreste pluviali, il più grande si trovano lungo il confine con il Nicaragua . In Nicaragua i nebliselvas si verificano nella zona di confine con l’Honduras, e la maggior parte sono stati liquidati a crescere del caffè; laurisilvas ci sono ancora alcune colline a nord. Nel vulcano Mombacho , l’unica foresta nuvola di costa del Pacifico dell’America Centrale si trova. In Costa Rica ci sono foreste di alloro nelle montagne di Tilaran , chiamato Cloud Forest di Monteverde e Arenal vulcano ; anche appare nella Cordillera de Talamanca .

In Sud America ci troviamo Laurisilva nel Ande di Ecuador e Perù . Il Laurisilva Valdiviana attraversa il sud del continente, nel sud del Cile e dell’Argentina , dalla costa del Pacifico alle Ande. Un altro alloro sudamericano è il foreste di alloro missionari nella parte orientale Paraguay , Misiones in Argentina , e nel sud Brasile .

La chiamata Yunga gruppi diversi tipi di foreste sempreverdi o giungle e tipicamente multi- – specie, che spesso contengono numerose specie proprie alloro forestali. Si visualizzano Venezuela nel nordovest dell’Argentina , passando per il Brasile , la Bolivia , la Colombia , l’Ecuador e il Perù . E ‘distribuito in modo discontinuo nelle province di Salta, Jujuy, Tucuman e Catamarca, integrando solito il Subandinas. Il suo rilievo è vario e in luoghi dove le Ande soddisfano Amazzonia penetrare zone ripide. Essi sono caratteristici di questa regione pongos, che sono profondi canali formate da fiumi, come ad esempio la formazione del fiume Tarma quando giù a valle di San Ramon, o fiume Urubamba, come si passa attraverso il Machu Picchu. Molte delle Yungas sono degradati o il recupero che non hanno ancora raggiunto il suo formazioni albero vegetazione culmine , come con la fayalbrezal delle foreste di alloro macaronesiche.

La laurisilva Atlantico si estende le isole del macaronesiche dove è chiamato monteverde . Anche se le foreste di alloro nella isola di Tenerife presenta la sua più biodiversità, è nella parte centrale della isola di La Gomera , il Parco Nazionale di Garajonay , un Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO, con 3.984 ettari (il 10 per cento di la superficie totale dell’isola), dove la foresta pluviale di laurisilva più importanti e meglio conservati. Si tratta di una reliquia vivente della giungla 65 milioni di anni fa copriva vaste aree della Terra. A differenza di altre isole di vegetazione, come le foreste di alloro della Nuova Guinea , Nuova Zelanda e Nuova Caledonia, macaronesica foresta di alloro viene dalla terraferma che è stato adattato alla sua posizione attuale. Questo dà come risultato che la maggior parte delle specie sono sempre stati adattati alla loro predazione da parte erbivori. Così, dopo l’introduzione di grandi erbivori in questi ultimi tempi storici, la flora per lo più già i mezzi a disposizione per difendersi contro la predazione, hanno subito un danno minore rispetto a quello subito la foresta da altre isole o anche piante presenti in Macaronesia, è nata quando non c’erano grandi erbivori.

Anche se la laurisilva Atlantico è più abbondante negli arcipelaghi della Macaronesia, dove il clima è appena oscillazioni dopo il terziario, ci sono piccole rappresentazioni e un contributo in natura alla Oceanic e ambiente mediterraneo in Europa, Asia Minore e l’ovest e del Nord Africa rifugio in microambienti clima favorevole. Cioè, nelle catene montuose costiere. Questi continentali “isole” di entrambi Eurasia e Africa, in alcuni casi, erano veramente isole del terziario e altri semplicemente di ghiaccio – zone libere. Anche se la chiusura dello Stretto di Gibilterra specie di laurisilva avrebbe ripopolato di nuovo la penisola iberica , distribuite di nuovo verso nord insieme ad altre specie africane corretto, il passaggio ad un clima più secco e stagionali impedito, in generale, per occupare il loro spazio sopra. Le montagne costiere di Algeciras (nella foresta , chiamato canutos , il Parco Naturale di Los Alcornocales ), Monchique o Sintra sono enclavi bioclimatiche dove la vegetazione subtropicale mescola sia europeo e del Nord Africa e taxa Mediterraneo, che vivono tipica delle specie vegetali mediterranee adattati questo habitat, insieme ad altre caratteristiche delle foreste di alloro macaronesiche. Così, la Yedra una vite o di vite che è ben rappresentato nella maggior parte dell’Europa, è l’esempio più importante di specie ancora una volta recuperato il suo antico territorio dopo le glaciazioni. Il pappagallo ( Prunus lusitanica ), l’unico albero che sopravvive in qualche forma flussi iberici relictual, soprattutto nella parte occidentale della penisola, in particolare Extremadura , e un po ‘meno nel Nord-Est. In altri casi è la presenza di alloro Mediterraneo ( Laurus nobilis ) l’albero a causa della sua relazione con i veri allori isolani, fornisce una indicazione di dove l’alloro era. Questa specie, che sopravvive anche indigeno in Marocco, l’Italia, la Grecia e le isole del Mediterraneo, è in alcuni fiumi mediterranei della penisola iberica , come nel parco naturale di Los Alcornocales ( Cadice ), dove si formano le foreste chiamati lì canutos . Essi appaiono anche nelle montagne costiere della Catalogna , essendo il massiccio de les Cadiretes ( Gerona ), che mantiene i migliori lauredales, e alcuni pezzi di Valencia . L’ isola di Cortegada in Galizia , famosa per la sua foresta di alloro, si può dire che questi non sono nativi dell’isola, dal momento che tale foresta avuto origine spontaneamente da allori sono stati piantati dopo essere stato distrutto la vegetazione originale. Per quanto riguarda le specie provenienti fayalbrezal , l’altro sottotipo di foresta associata con l’alloro in monteverde , il faille si estende Nord Africa formando fayales e Heather (erica arborea) cresce nel sud della penisola iberica come cespuglio senza raggiungere le dimensioni che avete, per esempio, nella foresta di alloro canarino , che presenta un aspetto arboreo evidente.

Riferimenti

  1. Torna a inizio pagina↑ Clarke, CM 1997. Nepenthes del Borneo . Pubblicazioni di storia naturale (Borneo), Kota Kinabalu, p. 29.
  2. Torna alla cima↑ Axelrod, Daniel I. (2000) A Miocene (10-12 Ma) Evergreen Laurel-Oak Forest da Carmel Valley, California. University of California Pubblicazioni: Scienze Geologiche, Volume 145; Aprile 2000. University of California Press; Berkeley, California.
  3. Torna alla cima↑ Barbour, Michael G., Todd Keeler-Wolf, Allan A. Schoenherr (2007). vegetazione terrestre della California . University of California Press, Berkeley. p. 56
  4. Torna a inizio pagina↑ Karan, Pradyumna Prasad (2005). Giappone nel 21 ° secolo: l’ambiente, l’economia e la società . University Press of Kentucky, Lexington. p. 25.

© 2017 paolaharris.it

Theme by Anders NorénUp ↑