Categoryecosistemi montani

UEI (tepui)


UEI anche scritto UEI-tepui 1 e altre volte scritto come -tepui Wei, Cerro El Sol, Serra do Sol o Serra do Sol, è un Tepui, al confine tra i paesi del Sud America di Brasile e Venezuela . Può essere considerato il membro più meridionale della catena Tepuyes Oriente (Tepuyes orientali).

UEI-Tepui ha un’altezza di circa 2150 metri (7050 piedi), su una superficie di 2,5 chilometri quadrati vertice (0.97 miglia quadrate) e un’area versante stimata di 20 chilometri quadrati (7,7 miglia quadrate). Da non confondere con un altro nome simile Tepui Uei-Tepui interamente all’interno del territorio venezuelano.

Vedi anche

  • Geografia d’America
    • Geografia del Venezuela
      • Allegato: Montagne del Venezuela
        • Allegato: Montagna Stato di Bolivar

Riferimenti

  1. Torna a inizio pagina↑ “Informazioni Tepuy” . p. 197 . Estratto 30 marzo 2015 .

Tramen Tepui


Il Tramen Tepui è una Tepui in Stato di Bolivar in Venezuela . 1 fa parte della catena Tepuyes Oriente e comprende due grandi altipiani: la maggior parte Ilu-Tepui (scritto anche Uru ) sud e Tramen-Tepui nord. Con una altezza massima di circa 2.700 metri, Ilu-Tepui è il più alto dei due picchi. Entrambi i tepuis sono aperti altipiani rocciosi del vertice con una superficie complessiva di vertice 5,63 k2. Sono appena a nord di Karaurín-Tepui . 1

Riferimenti

  1. ↑ Vai a:un b Huber, O. (1995). caratteristiche geografiche e fisiche. In: PE Berry, BK Yatskievych Holst & K. (eds.) Flora della Guayana venezuelana. Volume 1. Introduzione. Giardino botanico del Missouri Press, St. Louis. pp. 1-61.

tepui Yuruani

Il Yuruani o Tepuy Yuruani (scritto anche Yuruani-Tepui , Iwarkarimá-Tepui ) 1 è un tepui, che si trova nel comune Gran Sabana in Stato di Bolivar , una parte del paese sudamericano di Venezuela . Questo tepuy è compresa nel Parco Nazionale di Canaima e l’area naturale protetta conosciuta come Tepuis monumenti. 2 Raggiunge 2350 metri sopra il livello del mare e fa parte della Sierra de Pacaraima.

Riferimenti

  1. Torna alla cima↑ http://www.explorandorutas.com/tepuy.html
  2. Torna alla cima↑ http://www.inparques.gob.ve/modulos/decretos/mn_0026/creacion.pdf

tepui Kukenan

Il tepui Kukenan 1 2 o Cuquenán è un Tepui nella regione Guayana , stato di Bolivar in Venezuela . Essa ha un’altitudine di 2.680 m ed una lunghezza di 3 km. Il salto Cuquenán, 674 m di altitudine, si trova all’estremità meridionale del tepui. 3

Kukenan si trova nel Parco Nazionale di Canaima , vicino al confine con il Brasile e Guyana. Insieme con Kukenan, sud-est, è il monte Roraima , un altro Tepui ben noto. E ‘più difficile da scalare, in modo che si alza molto meno frequentemente rispetto al Monte Roraima. 4 La vista in cima Kukenan era una fonte di ispirazione per il film del 2009 Up . [ Senza fonte ]

Riferimenti

  1. Torna alla cima↑ http://www.araira.org/gransabana/kukenan.htm
  2. Torna alla cima↑ http://web.archive.org/web/http://www.venelands.com.ve/trekking_kukenan.html
  3. Torna alla cima↑ http://www.world-waterfalls.com/waterfall.php?num=23
  4. Torna alla cima↑ http://www.summitpost.org/mountain/rock/152505/Kukenan-Tepui.html

Sororopán

Sororopán (anche scritto Tepuy Sororopán o Sororopán-Tepui ) 1 è il nome dato ad un Tepuy si trova nella parte settentrionale del Parco Nazionale Canaima in Gran Sabana , una zona sud-est protetta del paese sudamericano di Venezuela . 1 2

Aborigeni della zona chiamata è Sororopán, una leggenda locale in cui si suppone una chiamata indiano Sororopachi moglie di un cacique dopo averlo tradito, è stato ucciso e giaceva, dando luogo a l’ tepui, in modo a volte noto anche come il ” mentire indiano “.

Supera un’altezza di oltre 2.050 metri di marzo sul livello del mare, è un monunento naturale e amministrativamente fa parte del comune Gran Sabana di Bolivar Stato . 1 4

Riferimenti

  1. ↑ Vai a:un b c http://travelingluck.com/South+America/Venezuela/Bolívar/_3626706_Sororopán-tepuí.html
  2. Torna alla cima↑ http://www.tutiempo.net/Tierra/Venezuela/Sororopan-tepui-VE068487.html
  3. Torna alla cima↑ http://web.archive.org/web/http://todoturismoca.com/la_gran_sabana__parque_nacional_canaima.html
  4. Torna alla cima↑ http://es.getamap.net/mapas/venezuela/bolivar/_sororopantepui/

Sarisariñama

Il Sarisariñama (Sarisariñama-Jidi in Maquiritare) è un tepuy il Parco Nazionale Jaua-Sarisariñama nell’angolo sud-est dello stato di Bolivar in Venezuela , vicino al confine con il Brasile .

Questo altopiano è uno dei paese più isolato, con centinaia di chilometri dalla strada più vicina. Attualmente l’accesso è limitato esclusivamente ai ricercatori scientifici.

La caratteristica più distintiva e unica di questo tepuy di 2.300 metri è la presenza nel suo picco di cavità quasi circolari ( doline ) che sono ancora un mistero per la geologia . Queste depressioni profonde hanno un diametro alla bocca di 350 metri ed una profondità verticale di 350 metri , come pure. Le pareti di questi pozzi, completamente verticale e quindi insormontabili per le creature che abitano il fondo della scogliera, consentiti isolare un ecosistema unico, con specie di piante e animali non si trovano da nessun’altra parte nel il mondo ( endemica ). Questi pozzi sono stati documentati ed esplorato per la prima volta nel 1974 . 1 2 3

Storia e l’esplorazione

Il tepui Sarisariñama è diverse centinaia di chilometri dalla strada più vicina. Per questo motivo è stato dettagli lungo sconosciuti di esso. La prima scansione di primo piano è stata effettuata nel mese di novembre 1964 , con un passaggio di aria attraverso il pilota Harry Gibson che ha osservato le immense lavandini. 4 Il primo atterraggio di successo sul Sarisariñama è fatto da l’ornitologo William H. Phelps marzo 1967. 5 Nel febbraio 1974, che una spedizione guidata da Charles Brewer Carias- esplora tepui e voragini o lavandini, accompagnati da diversi ricercatori scienziati come il botanico Julian Steyermark , 6William H. Phelps, i orchidologists Stalky Dunsterville e sua moglie Nora. 7 I loro risultati hanno mostrato che entrambi i lavandini rappresentano un ecosistema unico con molte specie animali e vegetali. 8

Biogeografia

Il Sarisariñama è simile ad altri tepuis, si compone di quarzite di formazione Roraima, parte del l’paleoproterozoico, 9 zona sommitale Tepui Sarisariñama ha 546.88 chilometri quadrati e la pendenza ha 482 chilometri quadrati di superficie. A differenza di molti dei tepuis in Guyana , il Venezuela e il Brasile la maggior parte della superficie del Sarisariñama è boscosa, presenta una grande varietà di specie forestali ad alto 15-25 metri che copre la parte superiore di esso. Questo ecosistema isolato è particolarmente ricco di numerose specie endemiche di piante e animali. 10

Dati interessanti

  • Località: latitudine 4 ° 44 ’59 “N (4.750 °), longitudine 64 ° 24 ‘2” W (64401 °)
  • Area: 330.000 ha
  • Altezza: tra i 500 ei 2.400 metri
  • Temperature: tra i 12 ei 24 ° C
  • Precipitazioni: 2800-3600 mm all’anno.
  • Flora: felci, orchidee , ericacee , composto , carici e bromeliacee .
  • Fauna: Marmosa tyleriana , 11 Stefania riae 12 guaciaro , 13 tapiro , giaguaro .

Simas

Le caratteristiche più distintive di questo tepui sono i suoi baratri o lavandini. Ci sono quattro pozzi noti. Due di loro, la Sima Humboldt e voragine Martel in omaggio al naturalista Alexander von Humboldt e Edouard Alfred Martel , rispettivamente, 14 , 15 sono visivamente inusuale, enorme, e ben noto, con ecosistemi forestali isolati in fondo a loro. Il più grande, il baratro Humboldt, raggiunge 352 metri di larghezza e 314 metri di profondità. 16 Un’altra coppa Sarisariñama 1,35 km di lunghezza è il baratro della pioggia, che è stato molto importante per l’esplorazione dei processi di erosione in Tepuyes.

Riferimenti

  1. Torna a inizio pagina↑ Brewer Carias, Charles. Sarisariñama 1976. voragini. Bollettino della Società Venezuelana di Scienze Naturali. XXII (132/133): 549-624.
  2. Torna a inizio pagina↑ Brewer Carias, Charles. e Julian A. Steyermark. 1976. Simas di Sarisariñama e della vegetazione. Bollettino della Società Venezuelana di Scienze Naturali. XXII (132/133): 179-405.
  3. Torna a inizio pagina↑ Lindsay Elms. “Monte Roraima: un’isola dimenticata dal tempo”. http://members.shaw.ca/beyondnootka/articles/roraima.html .
  4. Torna a inizio pagina↑ Otto Huber e John J. Wurdack. 1984. La storia di esplorazione botanica in territorio federale Amazonas, Venezuela. Smithsonian Institution Press, Città di Washington, www.sil.si.edu/smithsoniancontributions/botany/pdf_hi/sctb-0056.pdf
  5. Torna alla cima↑ Stefania riae. Unione Internazionale per la Conservazione della Natura, sono 7. Gennaio 2010 abgerufen.
  6. Torna a inizio pagina↑ Brewer Carias, Charles. e Julian A. Steyermark. 1976. Simas di Sarisariñama e della vegetazione. Bollettino della Società Venezuelana di Scienze Naturali. XXII (132/133): 179-405
  7. Torna a inizio pagina↑ Brewer Carias, Charles. Sarisariñama 1976. voragini. Bollettino della Società Venezuelana di Scienze Naturali. XXII (132/133): 549-624.
  8. Torna a inizio pagina↑ David Nott: Into The Lost World. Prentice-Hall, 1975 ISBN 0-13477-190-7 .
  9. Torna a inizio pagina↑ Schubert, Carlos. e Huber, Otto. 1989. La Gran Sabana. Panoramica di una regione. Lagoven notebook Lagoven, SA Caracas. 107p. ISBN 980-259-238-2
  10. Torna a inizio pagina↑ Roy W. McDiarmid e Maureen A. Donnelly. 2005. L’erpetofauna delle Guyana Highlands: Anfibi e dei Rettili del mondo perduto. University of Chicago Press, http://si-pddr.si.edu/dspace/bitstream/10088/2793/1/Chapter_18_new.pdf
  11. Torna a inizio pagina↑ Pérez-Hernández, R ., PJ 1994. D. Soriano & Lew marsupiali del Venezuela. notebook Lagoven , Lagoven, SA Caracas – Venezuela. 76P. ISBN 980-259-612-4
  12. Torna alla cima↑ Stefania riae Unione Internazionale per la Conservazione della Natura, abgerufen am 7. Gennaio 2010. http://www.iucnredlist.org/apps/redlist/details/56032/0
  13. Torna a inizio pagina↑ Brewer Carias, Charles. Sarisariñama 1976. voragini. Bollettino della Società Venezuelana di Scienze Naturali. XXII (132/133): 549-624.
  14. Torna alla cima↑ Wondermondo.com Enigma della montagna del Male Spirito http://www.wondermondo.com/Countries/SA/VEN/Bolivar/SimaHumboldt.htm
  15. Torna alla cima↑ https://www.youtube.com/watch?v=-HhXOz0EsP0
  16. Torna alla cima↑ Miguel Lentino, Diana Esclasans: BirdLife International e Conservation International: importante per la conservazione degli uccelli in Venezuela nelle aree. . Importante per la conservazione degli uccelli nelle zone tropicali Ande siti prioritari per la conservazione della biodiversità, Quito, Ecuador: BirdLife International (BirdLife Conservation Series No. 14), S. 621-730, 2005.

Ptari

Ptari 1 (anche scritto Ptari-Tepui 2 o Tepuy Ptari ) è un Tepui o altopiano con pareti verticali, che si trova nella zona conosciuta come la Gran Sabana nel sud-est del Venezuela . Per la sua particolare forma piatta è anche chiamato anche “Cerro Budare” 3 nome che si riferisce alle piastre (una circolare piastra in ghisa utilizzati per la cottura in Venezuela, tra gli altri alimenti Arepas ).

Esso è protetto dalle leggi del Venezuela, essendo parte della formazione Canaima National Park . Amministrativamente parte del comune Gran Sabana di Bolivar Stato . La presenza del tepui rana Ptari-Tepui ( Tepuihyla rimarum ) 4 una specie di rana in famiglia Hylidae. E ‘endemica in questa zona del Venezuela.

Riferimenti

  1. Torna alla cima↑ Alejo Carpentier, Felix Baez-Jorge – 1994 – Critica Letteraria
  2. Torna alla cima↑ http://web.archive.org/web/http://www.turismobolivar.gob.ve/AR_ipt.pdf
  3. Torna alla cima↑ http://www.elforro.com/ciencia-y-naturaleza/1131011-tepuyes-maravillas-arquitectonicas-de-naturaleza.html
  4. Torna alla cima↑ http://www.iucnredlist.org/search/details.php/56045/all

Duida-Marahuaca National Park

Il Parco Nazionale Duida-Marahuaca è un parco nazionale in Venezuela , che si trova nel comune Atabapo, la parte centrale dello stato di Amazonas , nel Orinoco mezzo tra le popolazioni tamatama e Esmeralda, ha definito i suoi confini da Cunucunuma fiumi, a nord e ad ovest; Padamo, ad est; Orinoco e il sud. In particolare è al centro meridionale della Guayana Shield .

Storia

È stato dichiarato un parco nazionale dal decreto n 2.981 del 12 dicembre 1978 e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n 2.417, straordinaria del 7 marzo 1979, durante la prima presidenza di Carlos Andres Perez .

Geografia

Superficie

Si estende su una superficie di circa 210.000 ettari. Vi si possono trovare le colline Duida , Huachamacari e Marahuaca , che costituiscono il serbatoio di fauna e flora Roraima. Questi aumenti raggiungono altezze di 2.880 e 2.900 metri rispettivamente.

Vegetazione

La flora è varia, circa il 19% di questo è endemica , cioè esclusiva della regione. Tra questi possiamo citare felci, cipetáceas e ericáceas, tra gli altri. La vegetazione in questo settore è considerato unico e, di conseguenza, sono stati inventariati centinaia di specie, genere e nuove varietà per la cronaca scientifica.

Fauna

E ‘vario, mettendo in evidenza il giaguaro, il tapiro, diverse specie di scimmie, rettili, anfibi e una ricca avifauna.

Clima

Questo parco è permanentemente inzuppato dalla pioggia intermittente pesante, in modo che viene a ricevere fino a 4.000 mm di precipitazioni annue. Allo stesso tempo, il vertice di Marahuaca è montata dai venti che possono raggiungere fino a 37 nodi, che provengono prevalentemente dal NE al momento della minore piovosità tra dicembre e marzo, e SE alla stazione Rainier, tra aprile e novembre. Non è meno degna di menzione nebbia costante che si deposita sulla sua sommità, al punto permanente che rende molto difficile l’accesso in elicottero (solo tramite accelerato finora) e naturalmente la sua osservazione aerea, oltre ad essere un fattore paralizzante e pericoloso per l’esplorazione del massiccio.

La temperatura prevalente a questo punto, è compresa tra 10 ° C a 11 ° C; ma raggiungere livelli massimi di circa 25 ° C in pieno sole; e livelli bassi vicino a 0 °, nelle notti più fredde. Tutti questi ingredienti sono ciò che rende così difficile l’accesso a questi altopiani cui tappi di mantenere condizioni simili agli altopiani andini, che li rende isole ecologiche.

Forma di accesso

Attraverso corsi d’acqua che forniscono Iguape, Cunucunuma Panamo e fiumi. Inoltre ci sono piste di atterraggio nelle città di smeraldo e della Comunità di Culebra.

Pico da Neblina

Il Pico da Neblina (in portoghese , ‘ Pico da Neblina’ ), che si trova nel nord dello stato di Amazonas , è il punto più alto in Brasile con 2993.78 metri di altitudine (misurato via satellite / GPS da parte del Istituto Brasiliano di Geografia e Statistica nel 2004 ). le da il nome al Parco Nazionale di Pico da Neblina , in cui si trova. Si trova a soli 700 metri di distanza dalla sua montagna doppia, Pico Phelps (detta anche del 31 marzo ), che segna il confine tra il Brasile e il Venezuela . 1

Il picco

Nel 1965 , il topografo José Ambrósio de Miranda Pombo delimitato il picco di Neblina a 3.014 metri e 2.992 metri fissati al 31 marzo . Nel 2005 , il cartografo Marco Aurélio de Almeida Lima, attraverso i progetti Punti culminante di IBGE e Ingegneria Military Institute (IME) ha fissato le nuove misure dopo 36 ore di misura utilizzando un apparato GPS . Per la promozione, l’iniziazione inizia nella bocca del Igarapé Tucano, nei pressi del villaggio Yanomami di Maturacá, a 800 km da Manaus . E ‘necessario per aumentare il fiume Cauaburi voadeiras (canoe di alluminio veloce con motore a poppa) al Igarapé Tucano, iniziare a camminare. Dopo quattro giorni, camminando una media di 4-5 ore al giorno, si raggiunge il punto più alto del rilievo brasiliano, ospita diverse specie endemiche , soprattutto piccole – piante dimensioni. Il nome Haze picco è dovuto al fatto di quasi l’ intero anno coperto.

Clima e la vegetazione

La vegetazione di grandi dimensioni e il più stretto sono comuni solo ai 1000 metri di altitudine – foresta equatoriale; 1000 fino a 1700 ci sono alberi di dimensioni medie e piccole, dove la vegetazione è più aperta, come la foresta temperata e boreali, e da lì a 1800 metri alla vegetazione al suolo.

Una posizione vicino alla foresta amazzonica costituisce 1000 metri piove un sacco. Dal 1000 metri nuvole sono non raggiungere alta quota, essendo la zona più secca. La pioggia nelle zone basse rimangono clima molto umido. Nelle zone con circa 700 metri, le nuvole predominano e lasciano quasi sempre giorno di nebbia senza un cielo pulito; è l’area con umidità elevata.

La temperatura a 700 metri sono mantenuti per tutto l’anno a 34 ° C durante il giorno e notte goccia a 24 ° C,; nelle aree di 750 m a 2000 m temperature sono 28 ° C (giorno) e 20 ° C (notte), e nelle zone oltre 2000 m di altitudine, le temperature sono 22 ° C di giorno e 12 ° C durante la notte.

Riferimenti

  1. Torna a inizio pagina↑ Maguire, Bassett. E Wurdack, John J. 1960: La posizione della collina di La Neblina, Venezuela. Bollettino della Società Venezuelana di Scienze Naturali. 95: 234-239.

Cerro Jaua

Cerro Jaua 1 (anche scritto Cerro Jaua ) è un Tepui che sale a 2.395 metri sul livello del mare. Si trova nello stato del sud-ovest di Bolivar nel paese sudamericano del Venezuela . 2 si trova nel sud del parco nazionale di Jaua-Sarisariñama , 3 vicino al confine con lo stato di Amazonas e il confine con il Brasile .

Riferimenti

  1. Torna alla cima↑ http://es.getamap.net/mapas/venezuela/bolivar/_jaua_cerro/
  2. Torna alla cima↑ http://itouchmap.com/?c=ve&UF=-939194&UN=-1388176&DG=MESA
  3. Torna alla cima↑ http://www.peakbagger.com/peak.aspx?pid=8691

© 2017 paolaharris.it

Theme by Anders NorénUp ↑