CategorySETI

Steven J. Dick


Steven J. Dick è un astronomo americano , autore e storico della scienza meglio conosciuto per il suo lavoro nel campo della astrobiologia . Dick servita sulla NASA dal 2003 al 2009. È un membro dell’Accademia Internazionale di Astronautica e SETI . 1

Carriera

Steven J. Dick ha ricevuto un Bachelor of Science laurea in astrofisica dalla Indiana University nel 1971. Nel 1977, ha conseguito il Master of Arts e un dottorato in storia e filosofia della scienza. Per 24 anni, Dick ha lavorato come un astronomo e storico della scienza per la United States Naval Observatory di Washington DC , tra cui tre anni presso la stazione dell’Osservatorio navale nell’emisfero della Nuova Zelanda . Nel 2003, è stato nominato capo storico a NASA . Dick ha ricevuto un premio dalla NASA “per avviare il nuovo programma multidisciplinare in astrobiologia, tra cui la definizione del campo di astrobiologia, la formulazione e la creazione di un piano di lavoro per guidare gli investimenti futuri nell’Istituto Astrobiologia della NASA. ” Il lavoro pubblicato nel campo di astrobiologia include pluralità dei mondi: Le origini della vita extraterrestre dibattito da Democrito a Kant (Cambridge University Press, 1982); L’universo biologico: Il Novecento vita extraterrestre Dibattito e i limiti della scienza (Cambridge University Press, 1996); La vita su altri mondi: Il 20 ° secolo vita extraterrestre Debate (1998), e James Strick, The Living Universe: NASA e lo sviluppo della Astrobiologia (2005). Dick è stato Presidente della divisione storica Astronomia del dell’American Astronomical Society (1993-1994), in qualità di Presidente di Storia dell’Astronomia della Unione Astronomica Internazionale (1997-200) e come Presidente della Società Filosofica di Washington. 2 3 è membro del comitato editoriale del Journal of storia dell’astronomia, ed è un editore associato della International Journal of Astrobiology. Nel 2006, Dick ha ricevuto il suo premio ReRoy E. Doggett dell’American Astronomical Society per una carriera che ha notevolmente influenzato il campo della storia dell’astronomia. Sempre nel 2006, Dick è stato scelto per fornire la prima lezione Billingham Cutting Edge, nel mese di aprile al Congresso Astronautico Internazionale di Valencia, in Spagna . Nel 2009, il Minor Planet 6544 Stevendick è stato chiamato in suo onore. 5

Pubblicazioni

  • Pluralità dei mondi: Le origini della vita extraterrestre dibattito da Democrito a Kant (Cambridge University Press, 1982) ISBN 0-521-31985-4
  • L’universo biologico: Il Novecento vita extraterrestre Dibattito e i limiti della scienza (Cambridge University Press, 1996) ASIN B000UUKKY6
  • La vita su altri mondi: Il 20 ° secolo vita extraterrestre Dibattito (Cambridge University Press, 2001) ISBN 0-521-79912-0
  • Molti mondi: il nuovo universo, vita extraterrestre e le implicazioni teologiche (Templeton Foundation Press, 2000) ISBN 1-890151-42-4
  • The Living Universe: la NASA e lo sviluppo di Astrobiologia (University Press di Rutgers, 2005) (co-autore con James Strick) ISBN 0-8135-3733-9
  • Sky e Ocean Iscritto – L’US Naval Observatory 1830-2000 (Cambridge University Press, 2007) ISBN 0-521-81599-1

Riferimenti

  1. Torna a inizio pagina↑ NASA, NASA nomi Dr. Steven J. Dick Historian essere nuovo comunicato stampa della NASA HQ, 10 ottobre 2003
  2. Torna alla cima↑ Brashear, Ronald Steven J. Dick Ottenuta la LeRoy E. Prize 2006 Doggett , dell’American Astronomical Society 2006
  3. Torna a inizio pagina↑ “PSW Lista dei presidenti” . Richiamato il 11 Settembre 2008 .
  4. Torna alla cima↑ IAA Gruppo SETI Permanent Study “Billingham Cutting Lecture Edge”
  5. Torna a inizio pagina↑ Harvard University “Minor Planet Names”

John Billingham


John Billingham (18 Marzo 1930 – 4 Agosto , 2013) è stato un ex direttore dell’Ufficio del Programma SETI e il direttore della Divisione di Scienze della Vita presso l’ Ames Research Center della NASA.Dopo il ritiro dalla NASA divenne direttore dell’Istituto Consiglio di Amministrazione SETI.

Biografia

E ‘nato a Worcester, in Inghilterra, nel 1930 1 e ha studiato alla Royal Grammar School di Worcester. Da lì è andato a Oxford per studiare la fisiologia . Ha conseguito una laurea da Oxford BCH BM e l’ospedale di Guy, Londra (equivalente ad un MD negli Stati Uniti). Ha servito come un ufficiale medico della RAF per sette anni, passando per il rango di capo squadrone (equivalente al maggiore nel USAF). Nel 1963, è stato invitato ad aderire al Johnson Space Center Lyndon B. NASA a Houston, in Texas, dove ha diretto la Sezione di Fisiologia Ambientale, e ha lavorato sui programmi Mercury, Gemini e Apollo. Nel 1965 si trasferisce a Ames Research Center della NASA in California, dove ha diretto la Divisione di Biotecnologia, Divisione Ricerca Extraterrestre, e poi la Divisione di Scienze della Vita. Nel 2009 è stato inserito nella Hall of Fame della NASA Ames dove è stato riconosciuto per il suo impegno come il padre di SETI alla NASA. Dopo il ritiro dalla NASA si è unito l’Istituto SETI come un Senior Scientist, e nel 1995 è diventato membro del Consiglio del SETI Institute, vice presidente.

E ‘morto all’età di 83, a Grass Valley, in California, il 4 agosto 2013. 2

Riferimenti

  1. Torna alla cima↑ http://www.nytimes.com/2013/08/11/science/space/john-billingham-seeker-of-extraterrestrials-dies-at-83.html?ref=obituaries&_r=0
  2. Torna alla cima↑ [1]

1. ” Search for Extraterrestrial Intelligence (SETI) “, del 1993, la NASA Reports Server tecnico

2. ” Una risposta dalla Terra – Un approccio proposto allo sviluppo di un messaggio dal genere umano per intelligenza extraterrestre dopo che li individuiamo “, del 1990, la NASA Rapporti tecnici Server

3. ” L’evoluzione della vita complessa “, del 1989, la NASA Reports Server tecnico

4. ” Aspetti culturali del SETI “, del 1991, Reports Server NASA tecnico

5. ” Rilevazione della Terra con il sistema di osservazione microonde SETI presume essere operante nella Galassia “, 1991, rapporti tecnici della NASA

6. ” Una panoramica degli aspetti biomedici selezionati di missioni su Marte “, del 1989, Reports Server NASA tecnico

Big Ear

La Radio Observatory Ohio State University , meglio conosciuto come Big Ear era un radio telescopio di tipo Kraus si trova nella la territorio della Perkins Observatory a Wesleyan University in Ohio . L’osservatorio è stato parte della “Search for Extraterrestrial Intelligence” ( SETI ) da Ohio State University . Big Ear costruzione è iniziata nel 1956 , è stato completato nel 1961 , e, infine, ha aperto nel 1963 .

L’osservatorio Ohio Sky Survey iniziare a lavorare dal 1973 fino 1995 , Big Ear è stato utilizzato per la ricerca di segnali radio extraterrestri, rendendo il progetto SETI storia più lunga. Nel 1977 ha vinto il famoso radiotelescopio Big Ear perché ha ricevuto il famoso Segnale Wow! . L’osservatorio è stato smantellato nel 1998 quando gli sviluppatori hanno acquistato la terra dell’Università e utilizzati per espandere il campo su un campo da golf. Il progetto dell’osservatorio è chiamato dopo il fisico americano John D. Kraus (1910-2004) ed è usato anche come una base per il radiotelescopio Nançay .

Big Ear

Nel 1972, il Congresso degli Stati Uniti ha votato per smettere di finanziare l’Ohio Sky Survey, sostenuto dalla National Science Foundation . Molte persone hanno perso il lavoro.

Il 15 agosto, 1977, la Big Ear ha registrato il suo maggior successo quando un segnale di interesse conosciuta come Radio segnale Wow! è stato ricevuto, il nome della notazione è stata fatta dall’astronomo americano Jerry R. Ehman. Nessun altro segnale è stato registrato.

© 2017 paolaharris.it

Theme by Anders NorénUp ↑