Il conflitto di La Pedrera è stata una serie di schermaglie di confine presentati in 1911 tra la Colombia e il Perù dal possesso territoriale di una vasta area della giungla del Amazon . Nessuno dei due paesi riconosce questi fatti l’esistenza di una guerra, ma gli storici di entrambe le nazionalità hanno scelto di ignorare o minimizzare questi fatti che si riferiscono come un piccolo conflitto tra nazioni sorelle. [ Senza fonte ]

Background

Dopo l’indipendenza i confini di tutte le nazioni latinoamericane erano zone ambigue e assolutamente inesplorati e inaccessibili come il trapezio Amazon . In l’ inizio del XX secolo , mentre la Colombia ha sofferto le guerra dei mille giorni alcune aziende come Arana Casa Perù penetrarono in territori giungla che giustamente appartenevano in Perù, dove hanno dedicato allo sfruttamento di albero della gomma . Questi fatti sono documentati tra gli altri, nel romanzo Il vortice di Jose Rivera Eustatius , ha scatenato una serie di accuse di Rafael Uribe Uribe nel Congresso e nella stampa del tempo. Tra l’altro ha affermato che il governo peruviano è stato militarizzando la fiumi Putumayo , Napo e Caqueta .

occupazione peruviana dei territori di cui il sostegno che gli ha dato il diritto, in base al regio decreto del 1802. Si era detenuto dal 1896 dal Arana House e dal 1900 dai militari del Perù, che quest’anno ha aperto un presidio in Tarapaca. [ Senza fonte ]

La Casa Arana ha preso tutti i proprietari colombiani installate nella zona, sostenuto dai militari. Era diventato un produttore ed esportatore di monopolio in gomma in tutta la regione, asservendo indigena per ottenere il prezioso prodotto e ucciso nessuno che ha ottenuto nel modo. Putumayo era stato lentamente diventando custodito da truppe e autorità peruviane senza che il governo della Colombia ha rivendicare territorio.

Nel febbraio 1911 il governo peruviano di Augusto B. Leguia ordinato il tenente colonnello Oscar Benavides per condurre Battaglione No. 9 squartato a Chiclayo, Perù settentrionale, al confine con la Colombia amazzonica per rinforzare le truppe presidio del porto di Amazon Iquitos.

La tragedia di Putumayo è pensato ripetuto in Caqueta. Da febbraio, il paese scopre un attacco peruviano nei territori di Colombia. Il petto pieno di patriottismo dei colombiani richiedeva una difesa ardua della sovranità nazionale. Eduardo Arias, “El Loco”, prodotto dalla stampa, opuscoli e personalmente distribuito gratuitamente dalle strade Bogotà, ha denunciato la gravità degli eventi che predicono un secondo , “Panama”, questa volta le mani di peruviani. 2

Il governo di Carlos Eugenio Restrepo sotto pressione da parte del aumento delle denunce e la paura latente per la recente separazione del Panama ha inviato il 27 gennaio del 1911 una presenza di truppe ridotto per la sponda destra del fiume Caquetá. A la testa è stato inviato al generale Isaias Gamboa e Gabriel Valencia con 70 più uomini.

Il governo repubblicano di Carlos Restrepo E. reagisce letargico e irresponsabile. Pare che ci sia una resistenza alla difesa della sovranità nazionale da parte dello Stato il cui portavoce è Enrique Olaya Herrera Cancelliere. L’insistenza dei militari e l’opposizione guidata dal generale Jose Maria Valencia eco nel governo di Restrepo. Infine l’accesso alle suppliche insistenti del generale Isaías Gamboa, il ministro della guerra, Mariano Ospina Vásquez lo ha mandato via con il generale Jose Maria Valencia e una piccola guarnigione a La Pedrera, in Puerto Cordoba e vicino al confine con il Brasile. Un gruppo che è venuto sotto i fallimenti amministrativi e logistici più inique, essendo praticamente abbandonati al loro destino. 3

La Battaglia

Nata sulla base Pedrera creato un campo permanente, dove c’era una pista di 6 km, su una superficie di 3.000 metri quadrati per le colture e una serie di trincee. La maggior parte dei soldati colombiani erano malati con la malaria , la febbre gialla o la leishmaniosi in modo che la truppa aveva 11 pazienti, 22 muoiono, 34 fuori dal combattimento. Giorno 10 luglio comandante peruviano Oscar R. Benavides ha chiesto il ritiro delle forze colombiane, il rifiuto ha provocato il primo scontro.

  • July 10

11 soldati colombiani dalle trincee respinto l’attacco di quattro imbarcazioni con 500 uomini di artiglieria, dopo due ore di lotta colpa della barca dell’America ha portato al ritiro di Benavides.

  • 11 luglio

23 colombiani sono riusciti a tenere la posizione fino a sera. Alle 23:30 un nuovo attacco è stato anche respinto con successo da Gamboa è stato eseguito.

  • July 12

43 soldati colombiani hanno combattuto con successo la maggior parte del giorno ma il Gamboa generale altrettanto male perso conoscenza durante il trasporto una scatola di munizioni, raccolti dai suoi uomini alla base della cava è stata sfrattata e colombiani si ritirò.

Giorno 13 è stato informato dal telegramma al Presidente della Repubblica per spiegare la situazione. Inoltre realizzato squadre perdita di 15 uomini, tra cui Generali Valencia e ha affermato di aver causato 47 vittime peruviani.

In Colombia ci fu una reazione immediata. casa dell’ambasciatore peruviano è stato lapidato il 4 ottobre, oltre un migliaio di uomini arruolati volontari dal primo giorno in Bogotà , ma il numero era aumentando di giorno in giorno e città per città. istruzioni di ripresa è stato dato nel patriottica club Consiglio . Nel frattempo il governo ha iniziato una battaglia diplomatica con il ministro degli Esteri Enrique Olaya Herrera . D’ l’ altra parte le forze peruviane hanno subito uno scoppio feroce Beri-Beri e la febbre gialla che li ha resi perdono fino a 30 uomini al giorno. Anche questo ha portato a una reazione del pubblico peruviano che ha chiesto la permanenza dei loro uomini in territorio peruviano considerato legittimo. Su 16 ottobre le truppe peruviane sono ritirate a La Pedrera, e 6 novembre è stato dichiarato per l’incidente e le relazioni tra Colombia e Perù sono stati normalizzati.

Conseguenze

L’incidente è stato la storia e con essa nel dimenticatoio. La Casa Arana non scomparve immediatamente nonostante gli scandali con Huitoto schiavitù indigeni in Inghilterra e nel proprio paese, o il calo dei prezzi della gomma di gomma selvatici per la Malesia e Ceylon. L’incidente Pedrera, ha confermato la superiorità locale che ha avuto il Perù nella zona rispetto alla Colombia, tuttavia Colombia mancava presenza navale nella zona a differenza Perù. Dopo l’incidente la Colombia è riuscito a riconoscere che potrebbe mettere una certa quantità di potere nelle (forze limitato) Pedrera e Puerto Cordoba, ma senza riconoscere alcuna sovranità. In caso contrario, il confine è rimasto il Caqueta avendo come piccola enclave posizione Pedrera.

In Putumayo nel 1911 ci fu la presenza della Colombia e il Perù di proprietà entrambe le banche, dove c’erano villaggi come Tarapaca, Arica e Tacna. Per quanto riguarda la presenza di Colombia in queste zone è dato solo dopo il 1930 con la ratifica del Solomon-Lozano trattato con cui la Colombia ha ribadito la sua sovranità Caqueta , Putumayo e Leticia . La situazione di sfruttamento, schiavitù e terrore negli Indiani amazzonici da raccoglitori di gomma peruviani proseguito quasi fino al 1930 quando la guerra Colombo-peruviano poi ritirato truppe e coloni dal territorio peruviano colombiano. Ma il conflitto a La Pedrera nessuno ha rivendicato la vittoria. Colombia è ritirato dalla posizione di difesa, ma i peruviani erano più bassi. Entrambe le parti sono state decimate da malattie della giungla. Il conflitto poco ricordato in entrambi i paesi.

Riferimenti

  1. Torna alla cima↑ http://la-republica-aristocratica-10a.wikispaces.com/0.+LA+REP%C3%9ABLICA+ARISTOCR%C3%81TICA
  2. Torna alla cima↑ Mariano Ospina Peña, combattimento Pedrera, www.caballerosandantes.net/index.php?cid=21&page=15
  3. Torna alla cima↑ Mariano Ospina Peña, combattimento Pedrera, www.caballerosandantes.net/index.php?cid=21&page=15