Il Triangolo dei Coralli è una zona tropicale marittimo situato nel Pacifico , nella convergenza di Sud-Est asiatico e Oceania , che comprende le acque provenienti da sei paesi: Indonesia , Malesia , Papua Nuova Guinea , Filippine , Isole Salomone e Timor Est . E ‘il sito con più biodiversità marina nel mondo: il 76% delle specie di vivere coralli noto, 6 delle 7 specie esistenti di tartarughe marine e almeno 2228 specie di pesci di barriera, che gli è valso il soprannome di vivaio o culla dei mari o “Amazon dei mari”. E ‘anche un allevamento importante e di transito di tonno . La grande biodiversità di questo ecosistema dipende su l’economia e il sostentamento diretto di oltre 126 milioni di persone. 1

Delimitazione

La superficie totale del Triangolo dei Coralli è 6.000.000 km². Per delimitare, scienziati e ambientalisti hanno preso in considerazione solo le aree marine che contengono almeno 500 specie di coralli e costruzione eccezionalmente elevata biodiversità. 2 Non è quindi sorprendente che i grandi aree Coral Triangle sovrappongono con quattro punti caldi di biodiversità ( hotspot ): 3

  • Con Sundaland condivide la costa orientale del Borneo , la costa settentrionale di Giava , East End di Sumatra e l’isola di Bali
  • Con l’hotspot Filippine azioni la maggior parte di costa occidentale e meridionale (quasi tutti Visayas e Mindanao )
  • Quasi tutti Wallacea
  • La metà occidentale della Melanesia orientale ( Bismarck , Bougainville e Isole Salomone )

Geografia

Il Triangolo dei Coralli comprende 18 500 isole delle quali abitate solo poche migliaia. 132 000 km di coste lineari, attività a terra sulle isole sono fortemente dipendenti dalle attività svolte nelle acque costiere, e solo il centro delle isole più grandi come la Nuova Guinea sbarazzarsi di questa dipendenza. Allo stesso modo, la vita biologica del Triangolo fondale è stabilito sulla base di scambi intime tra pozzi profondi e piattaforme off-shore poco profonde dove abbondante mangrovie e fanerogame . 3

Il clima Coral Triangle è caldo e umido tutto l’anno, con precipitazioni (tra il 2000 e 6.000 mm all’anno), e le stagioni sono divisi tra una secca e una stagione delle piogge. Il centro delle grandi isole di solito consiste in alta montagna, molti di loro di raggiungere più di 2000 m di altitudine, con pendenze coperte umbrófila foresta con elevata biodiversità. 3

Dal momento che il Triangolo dei Coralli si trova tra il Pacifico e l’ Oceano Indiano , e tra due continenti, l’Asia e l’Australia, l’azione delle correnti oceaniche che scorrono nella regione potrebbe spiegare il loro ruolo nella concentrazione e dispersione di alta biodiversità che caratterizza esso . Questa situazione unica potrebbe consentire la “cattura” larve Triangolo trasportata dal corrente equatoriale del Nord e la corrente equatoriale del Sud , i due flussi convergono importante marino lì, arricchendo e portando più la diversità della sua elevata biodiversità tropicale. Questi elementi biologici sarebbero a loro volta dispersi ad altre latitudini dalle correnti lontano dal Triangolo: Nord e Giappone entro la Corrente Kuroshio , sud attraverso il throughflow indonesiana (ITF) attraversando il Triangolo nell’Oceano Indiano e la corrente Leeuwin cadere lungo la costa occidentale dell’Australia, e al Mar dei Coralli e la costa orientale dell’Australia per la corrente Australia orientale . 3

Fauna

specie di corallo

605 delle 798 specie di corallo conosciute in tutto il mondo sono nel Triangolo dei Coralli. L’epicentro di questa diversità di corallo si trova nel nord-ovest dell’isola di Nuova Guinea, nella penisola Doberai ( provincia indonesiana di Papua Occidentale ), casa di 574 specie di coralli (95% del Triangolo del corallo e il 72% delle specie conosciute nel mondo). Solo nel arcipelago di isole Raja Ampat , 553 specie di coralli vivono. 2 Le barriere coralline triangolo che copre più di 100 000 km², il 30% delle barriere coralline del mondo. 2

pesci di barriera corallina

Il Triangolo dei Coralli è sede di una varietà di pesci di barriera unico al mondo: il 37% (2228 specie) delle 6000 specie conosciute in tutto il mondo vivono entro certi limiti, di cui 8% sono specie endemiche. Il livello di endemismi è particolarmente elevato nelle isole minori della Sonda , Penisola Doberai, Papua Nuova Guinea , le isole Salomone e nella parte centrale della Filippine . 2

Ci sono per esempio pappagallo testa a schiena d’asino e il pesce napoleone . La regione è un luogo dove molti pesci migratori, attratti dall’abbondanza di plancton , riposo per le prenotazioni di alimenti, come squali balena e mante . 4

Speciale menzione merita il tonno . Il Triangolo dei Coralli è un’importante rotta migratoria e tonno, insieme ad alcune zone del dell’Oceano Indiano , il suo più grande zona di riproduzione. Quindi è anche uno dei settori in cui più quantità di tonno, di targeting per lo più per l’esportazione verso il mondo intero. Una parte delle specie più consumati, come tonno pinna gialla o tonno pinna gialla e tonno rosso tonno rosso , ci sono molte altre specie come obesus thunnus , il tonno a strisce e il tonno bianco o alalunga . D’ l’ altra parte, l’abbondanza di piccoli atunidos specie come Melva , il proiettile di tonno rochei e bella , permette ai milioni di Coral Triangle hanno assicurato la loro sopravvivenza alimentare. 4

Le tartarughe di mare

Il Triangolo dei Coralli contiene 6 delle 7 specie conosciute di tartarughe marine: la tartaruga liuto , la tartaruga verde , la embricate , la tartaruga olivacea , la tartaruga e la tartaruga flatback tartaruga marina . 4 Le regioni con maggiore presenza di tartarughe marine sono penisola settentrionale Doberai, le nuove isole Georgia (Isole Salomone) e la Provincia di Morobe (Papua Nuova Guinea). 2 Ma si stima che ogni anno 7.700 tartarughe marine muoiono in Indonesia, catturati nelle reti da pesca di gamberi e tonno. 4

Cetacei

Diversi tipi di cetacei vagano per la Triangolo dei Coralli: balene, come la balenottera azzurra e il capodoglio , ma anche focénidos , delfini e dugonghi dugongo , una specie in pericolo. 2

Minacce e la protezione dell’ambiente

Molte minacce appeso sopra il Triangolo dei Coralli, che mettono in pericolo non solo la loro sopravvivenza, ma anche la sicurezza alimentare delle popolazioni costiere risorse marine viventi: 5

  • la pesca eccessiva e metodi di pesca non sostenibili ( pesca cianuro , la dinamite , ecc)
  • lo sfruttamento e la distruzione delle aree costiere per scopi commerciali (rimozione di mangrovie per la registrazione, le piantagioni agricole e allevamenti di gamberetti )
  • aumentare la temperatura del mare e delle acque ( eutrofizzazione , torbidità , acidificazione ) che provocano, tra l’altro, l’ imbianchimento dei coralli

Al l’ iniziativa del Presidente Yudhoyono dell’Indonesia, i governi dei sei paesi triangolo creato nel 2007 il Coral Triangle Initiative on Coral Reefs, la pesca, e la sicurezza alimentare (CTI-CFF) ( “Triangolo Iniziativa Barriera corallina, pesca e sicurezza alimentare “), un’associazione multilaterale il cui scopo è di preservare la biodiversità marina e la sicurezza alimentare degli abitanti del triangolo corallo e combattere gli effetti del cambiamento climatico nella regione. Su l’ occasione della Conferenza mondiale sugli oceani, svoltasi nel maggio 2009 a Manado , Indonesia, questi paesi hanno firmato un accordo per implementare la protezione piani Triangolo del corallo, e le misure per garantire uno sviluppo economico sostenibile della regione. 6

A sostegno di questi governi, organizzazioni per la conservazione Conservation International , The Nature Conservancy e WWF hanno unito le forze per creare il triangolo Assistenza Collaborazione Corallo (CTSP), con un finanziamento da USAID . Una parte dei programmi che ciascuna di queste organizzazioni effettuate in luoghi specifici Coral Triangle, che lavorano con CTI-CFF per sviluppare politiche per gestire la pesca in modo sostenibile, per la creazione di aree marine protette e di insegnare residenti triangolo per adattarsi alle conseguenze dei cambiamenti climatici. 7 8 9

Note e Riferimenti

  1. Torna a inizio pagina↑ Coral Triangle – più ricco giardino del mondo di coralli e vita marina. A pagina del WWF . 29-04-2012 accesso (in inglese).
  2. ↑ Vai a:un b c d e f fatti Coral Triangle. Sulla WWF. 13-05-2012 accesso (in inglese).
  3. ↑ Vai a:un b c d The Coral Triangle – ecosistemi, persone e le società a rischio . Rapporto pubblicato da World Wildlife Fund in Australia in collaborazione con l’Università di Queensland, in Australia. Maggio 2099. L’accesso 18-05-2012 (in inglese).
  4. ↑ Vai a:un b c d Coral Triangle: Specie sul sito web del World Wildlife Fund . 25-05-2012 accesso (in inglese).
  5. Torna a inizio pagina↑ http://assets.panda.org/downloads/climate_change___coral_triangle___full_report.pdf rapporto del WWF Coral Triangle dedicato e presentato in occasione della “Conferenza mondiale sugli oceani” a Manado, in Indonesia, nel maggio 2009. L’accesso 29- 04-2012 (in inglese).
  6. Torna al top↑ sito Coral Triangle Initiative su barriere coralline, la pesca e la sicurezza alimentare (CTI-CFF) , in spagnolo: “Coral Triangle Initiative per le barriere coralline, la pesca e la sicurezza alimentare”. 29-04-2012 accesso (in inglese).
  7. Torna a inizio pagina↑ Coral Triangle Initiative. Home> Global Marine> Iniziative> Oceano Amministrazione> Coral Triangle Initiative regionale sulla pagina del Conservation International. 27-07-2012 accesso (in inglese).
  8. Torna a inizio pagina↑ Coral Triangle, più ricco di barriere coralline risparmio Terra Home> Dove lavoriamo> Regioni> Asia e il Pacifico> The Coral Triangle> Agire a pagina di The Nature Conservancy. 27-07-2012 accesso (in inglese).
  9. Torna a inizio pagina↑ Coral Triangle Assistenza Collaborazione (CTSP). Dove lavoriamo> Luoghi> Coral Triangle> Partnership Support Triangolo dei Coralli (CTSP), a pagina WWF. 27-07-2012 accesso (in inglese).