Un estremofilo (dalla fine e la parola greca φιλíα = affetto, amore, che significa “amante di estrema -condiciones-“) è un organismo (spesso un microorganismo ) che vivono in condizioni estreme, ha capito come quelli che sono molto diverse da coloro che vivono nella maggior parte delle forme di vita sulla Terra.

Tipo di estremofili termofili produrre alcuni dei colori brillanti di Hotspring Grand Prismatic Spring nel Parco Nazionale di Yellowstone .

Fino a poco tempo si pensava che nei luoghi dove crescono estremofili era impossibile avere la vita. Ad esempio, nelle acque fortemente acide Rio Tinto ; ma non c’è nessuno ; molti appartengono al dominio Archaea . E ci sono anche centinaia di migliaia di virus sconosciuti e catalogo.

Gli enzimi che possiedono estremofili (doppiato extremoenzimas ), sono funzionali quando gli altri non lo sono.

  • Anhydrobiotic o xerófilos : Live in l’ assenza di acqua o sono in grado di sopportare essiccazione vivere con poco. Esempio: selaginella lepidophylla e hierochuntica Anastatica , meglio noto come Rosa di Gerico .
  • Acidophilus : essi prosperano in ambienti con elevata acidità (pH ottimale di crescita vicino al 3) come Picrophilus o Ferroplasma acidarmanus , agenzie di bacino del Rio Tinto , in Huelva , o archi che vivono in una miniera della California chiamato Iron Mountain : il ARMAN (Inglese archeali Richmond miniera acidofile Nanoorganisms , “Nanoorganismo acidofile archeali il Richmond miniera “). Alcuni archeobatteri come Picrophilus oshimae e Picrophilus torridus può vivere a partire da meno di 1 pH -0.06, tra cui il pH ottimale per la crescita è di 0,7. Cyanidyum caldariuym è in grado di vivere nel mantenere il pH vicino allo zero all’interno della cellula in un livello neutro nei pressi. Inoltre cylatium Acontium , Cephalosporium sp e Trichosporon cerebriae (regno eucarioti ho servito )
  • Alkalophilic : essi prosperano in ambienti molto alcalini (di base) (pH ottimale di crescita vicino o superiore a 9). Ad esempio, i non – batteri aerobi marini, molte specie di Bacillus Spirulina ( cianobatteri ) Archaea.
  • Barófilo o Piezófilo : Essi prosperano in ambienti con liquidi ad alta pressione o di gas (profonda fondo dell’oceano fino a profondità di undici mila metri: Fossa delle Marianne come thermaerobacter ). Shewanella e Moritella trovato ad una profondità di circa 11.000 metri sotto il livello del mare, il che significa che sopportare un peso di oltre milioni di tonnellate.
  • Halófilo : Essi prosperano in ambienti ipersalina , come ad esempio il genere Halobacterium , che vivono in ambienti come il Mar Morto , per esempio la marismortui Haloarcula , il volcanii Haloferax o haloquadratum walsbyi , che è un batterio quadrati. 1 E il ruber Salinibacter , scoperto in Spagna in uno stagno utilizzato per la produzione del sale. 2
  • Criptoendolitos : Corpo terreni profondi. Vivono molti metri sotto terra, anche in il mezzo di rocce; le Infernus Bacillus è stato isolato a 2700 metri sotto la superficie del terreno; Desulforudis audaxviator stata trovata tra 1500 e 2800 metri di profondità sul pavimento di una miniera d’oro ( bacino Witwatersrand , Sud Africa) che supporta una temperatura di 60 ° C ed un pH di 9,33.
  • Litoautótrofos : possono ottenere composti minerali riduzione del consumo energetico, come pirite , per esempio.
  • Metalotolerantes : Organismi affetti alte concentrazioni di metalli nell’ambiente ( rame , cadmio , arsenico , zinco ). Ad esempio, Ferroplasma e Ralstonia metallidurans , 3 o GFAJ-1 , che tollera l’arsenico . Alcuni batteri letto chemolithotrophic Rio Tinto a Huelva tenere fino bene il ferro e sono anche in grado di sopravvivere alle condizioni della regolite marziana.
  • Oligotrofe : possono crescere in ambienti con sostanze nutritive limitate.
  • Osmofili : si può crescere in ambienti con alte concentrazioni di zuccheri.
  • Psicrofili o psychrotolerant: Essi prosperano in ambienti molto bassa temperatura (deep – trincee mare, ghiacciai) come vacuolata Polaromonas . Altri sono Shewanella frigidimarina , il frigidicola Psychrobacter e Psychromonas ingrahamii , che cresce a temperature di -12 o -20 ° C e vive al di sotto del punto di congelamento dell’acqua, isolata nel Mar Glaciale Artico . Tra gram – negativi sono la Moraxella , Psychrobacter , Polaribacter , Moritella , Vibrio e Pseudomonas . Tra i grandi batteri positivi Arthrobacter , Bacillus e Micrococcus . Tra gli Archaea Methanogenium , Methanococcoides e Halorubrum . Tra i funghi e lieviti, Penicillium , Cladosporium , Candida e Cryptococcus
  • Radioresistenza : Resistere sacco di radiazioni , come ad esempio le batterio Deinococcus radiodurans , gammatolerans Thermococcus o microbi raccolti sulle scogliere di Devon , in Inghilterra, che è sopravvissuto quasi 600 giorni esposto a raggi cosmici e senza ossigeno .
  • Termofili : Essi prosperano in ambienti a temperature superiori a 45 ° C , alcuni di loro, ipertermofili hanno la loro temperatura ottimale di crescita superiore a 80 ° C, come. Pyrococcus furiosus o Pyrolobus fumarii , isolato ultima delle bocche idrotermali sottomarini e che moltiplica circa 105 ° C. I batteri Thermus acuaticus crescere fino a oltre 70 ° C e acidocaldarius Sulfolobus crescere da 85 ° C. 4 Si è verificato l’esempio più curioso quando una pioggia rossa in Kerala (India), in cui Godfrey Louis isolato alcune cellule inerte a temperatura normale, senza il DNA , che sono in grado di riprodurre a 121 ° C e si crede di presunta origine extraterrestre 5 6 , scoperto nel 2015 che erano le spore di alghe 7
  • Poliextremófilos : Accumulate diversa resistenza ai vari ambienti duri: Deinococcus radiodurans , radiotolerans Kineococcus , gammatolerans Thermococcus o Sulfolobus acidocaldarius
  • I tardigradi , che disidratano di essere il più morto da centinaia di anni sotto criptobiosi e in grado di sopportare lo spazio.

Alcuni batteri appartengono a diversi di questi gruppi. La maggior parte dei microrganismi estremofili sono, ci archeobatteri ( archebatteri ), procarioti ( batteri ) e eucarioti . Le sue dimensioni ridotte e il fatto che il metabolismo è molto adattabile consentito di colonizzare ambienti che sono mortali per gli esseri multicellulari. Anche se si deve notare che ci sono anche organismi multicellulari, soprattutto tra barophiles. E ‘particolarmente degno di nota il caso di tardigradi , micrometazoos in grado di sopravvivere in varie condizioni di criptobiosi ( anoxi , anidro e osmobiosis ).

Un fatto curioso è che estremofili che studiano Yellowstone ( sorgenti di acqua calda : termofile) Dr. Brock della Università di Madison ( USA ) hanno trovato il batterio Thermus aquaticus . Essendo resistente al calore, ha permesso di sviluppare la tecnica della reazione a catena della polimerasi (PCR) è stato fondamentale nello sviluppo di ingegneria genetica .

E ‘stato recentemente scoperto in Mono Lake , California , un nuovo corpo per sostituire il fosforo a lavorare con l’arsenico , l’ GFAJ-1 .

Lo studio degli organismi estremofili è importante anche per discipline come esobiologia . Uno studio del 2011 ha suggerito che alcuni estremofili terrestri, come Deinococcus radiodurans potrebbe essere in grado di sopravvivere nello spazio esterno. 8

Essi sono anche l’ oggetto di studio per ecologia , perché queste forme di vita può degradare materiali tossici o nocivi dannose per l’ambiente naturale e gli esseri umani e Medicina auspica per i suoi complessi meccanismi di auto riparazione del DNA distrutte.

Riferimenti

  1. Torna alla cima↑ http://porquebiotecnologia.com.ar/index.php?action=cuaderno&opt=5&tipo=1¬e=57
  2. Torna alla cima↑ http://www.sabermas.umich.mx/archivo/secciones-anteriores/articulos/14-numero-2/25-extremofilos-microorganismos-viviendo-al-limite.html
  3. Torna alla cima↑ http://web.archive.org/web/http://www.lahojadearena.com/revista/2013/03/bacterias-capaces-de-hacer-oro/
  4. Torna alla cima↑ http://biologiamedica.blogspot.com.es/2010/09/microorganismos-extremofilos.html
  5. Torna alla top↑ Cfr “cellule estranee da pioggia rossa in India sono giocati” in InterArtix.com, il 6 settembre 2010, http://interartix.com/2010/09/se-reproducen-celulas-extraterrestres-provenientes -de-pioggia-rosso-en-la-india /consultato 13:36 27 AGO 2011.
  6. Torna alla cima↑ http://www.technologyreview.com/view/420610/the-extraordinary-tale-of-red-rain-comets-and-extraterrestrials/
  7. Torna alla cima↑ Satej Bhushan, Felix Bast. “Green Alga specie europee di subaerial annulata Trentepohlia (Trentepohliales, ulvophyceae) Pioggia sangue causato in Kerala, India” . Journal of Phylogenetics e Biologia evoluzionistica 03 (01). doi : 10,4172 / 2329-9002,1000144 . Consultato il 2 Novembre 2015 .
  8. Torna a inizio pagina↑ ‘sopravvivenza Analisi comparativa di Deinococcus radiodurans e la magadii halobacteria Natrialba e Haloferax volcanii, vuoto irradiazione ultravioletta esposto a’ (in inglese) . Estratto 7 ottobre 2011 .