La foresta di conifere della penisola iberica è una ecoregione del ecozone Paleartico , definito da WWF , che si estende dalle montagne di centrale e orientale Spagna penisola.

Descrizione

Si tratta di una ecoregione di bosco mediterraneo che occupa 34.400 chilometri quadrati nelle catene montuose dell’Europa centrale e orientale parte della penisola: Sierra de Gredos , Sierra de Guadarrama , Picos de Urbión , Sierra de Gúdar , Serrania de Cuenca , Javalambre , Sierra de Cazorla , Sierra Nevada e la Sierra de Baza .

Flora

Specie arboree includono pino silvestre ( Pinus sylvestris ), pino marittimo ( Pinus pinaster ) e pino nero ( Pinus nigra subsp. salzmannii var. salzmannii ).

Fauna

La fauna è molto varia. Sono state descritte più di un centinaio di specie di uccelli , tra cui l’aquila reale ( Aquila chrysaetos ) e in via di estinzione aquila imperiale spagnola ( Aquila adalberti ).

Endemismo

Si tratta di una delle regioni più ricche d’Europa in piante autoctone.

Tra i mammiferi evidenzia la capra Gredos ( Capra pyrenaica victoriae ).

Ci sono anche due sottospecie endemica di anfibi : Gredos rospo ( Bufo bufo gredosicola ) e Almanzor salamandra ( Salamandra Salamandra almanzorensis ).

Stato di conservazione

In pericolo di estinzione. Le principali minacce sono la registrazione commerciale delle foreste, pascoli, gli incendi boschivi e la costruzione di stazioni sciistiche, tuttavia, le azioni di conservazione e riforestazione compiuti negli ultimi decenni hanno compiuto progressi significativi.