Le foreste Knysna-Amatole montane della ecozone Afrotropicale , definiti dal WWF , che si trova nel sud dell’Africa , nelle province occidentali e orientali del Capo.

Descrizione

Si tratta di una ecoregione umbrófila giungla con una superficie totale di 3.100 chilometri quadrati; Si compone di diverse enclave che ospitano le giungle afromontanas meridionali dell’Africa : la foresta di Knysna , lungo la costa tra Mossel Bay e Krom fiume e la giungla delle montagne Amatola , nord-est più lontano.

Il clima è subtropicale. Piove tutto l’anno. Le precipitazioni variano tra i 525 ei 1220 mm all’anno nella foresta di Knysna, e tra 750 e 1500 mm all’anno nelle montagne Amatola.

Flora

Alberi, origine tropicale e Afromontane, comprendono oliva Olea capensis , l’ alloro del Capo ( Ocotea bollata ), Afrocarpus falcatus (famiglia Podocarpaceae ), le Manio latifolius Podocarpus , l’ agrifoglio africano ( Ilex mitis ), Apodytes dimidiata (famiglia Icacinaceae ) il rapinea ( melanophloeos Rapanea ), la casina Cassine peragua , Ochna arborea (famiglia Ochnaceae ), dentata Curtisia (famiglia Curtisiaceae ), la [[Apocynaceae | kamasi ( Gonioma kamassi ), Platylophus trifoliatus e Cunonia capensis (famiglia Cunoniaceae ).

Fauna

Nella giungla di Knysna sopravvivere gli ultimi rappresentanti della popolazione meridionale di elefanti africani ( Loxodonta africana ). Altri grandi mammiferi , come il Capo di bufala ( Syncerus cafer ), sono scomparsi.

La regione ospita cinque mammiferi in via di estinzione:

  • hyrax arboreo del sud ( Albero Southern Hyrax )
  • cercopiteco blu ( Blue Monkey )
  • blu cefalofo ( Cephalophus monticola )
  • oro talpa gigante ( Chrysopalax trevelyani )
  • Ratel ( Honey Badger )

Endemismo

Il toporagno longicaudatus myosorex è quasi endemica di questa ecoregione.

Tra gli uccelli , sono quasi endemiche:

  • Turaco Knysna ( Knysna Turaco )
  • zarzalero Knysna ( Bradypterus sylvaticus )
  • Pito Knysna ( Campethera notata )
  • cosifa bicolore ( Cossypha Dichroa )
  • canarino foresta ( Foresta Canarie )

Il camaleonte nano Knysna ( Bradypodion damarnum ) è strettamente endemica.

Stato di conservazione

Vulnerabile.

Nonostante le dimensioni ridotte, sono le più estese aree forestali del Sud Africa, e il suo legno è stata sfruttata dal XVIII secolo. Oggi è protetto zone, ma ancora è consentita l’operazione.

il degrado degli habitat, la silvicoltura e l’invasione di piante e animali esotici, come aggressivo Argentina formica ( Linepithema humile ), minacciano la sopravvivenza della fauna e della flora locale.

Protezione

Nella foresta di Knysna, 20% della superficie è incluso nelle riserve naturali e parchi nazionali; in montagna Amatola, il 90% è protetto.