Leticia incidente è il nome che è noto per una disputa territoriale al confine tra Perù e Colombia , che è stato l’innesco per la guerra tra i due paesi 1932-1933 . E ‘successo il 1 settembre del 1932 , quando un gruppo di cittadini peruviani catturato il porto di Leticia (sul Rio delle Amazzoni ), che il Perù aveva dato a pochi anni in Colombia , come concordato nel Trattato Solomon-Lozano del 1922. Questo villaggio era abitato da peruviano che ha rifiutato di accettare la presenza colombiano e ha chiesto il governo del presidente Luis Sanchez Cerro di rivedere il trattato con la Colombia.

Background

È stata preceduta da il Trattato Solomon-Lozano , firmato il 24 mar 1922 tra il Perù e la Colombia, con cui vasti territori peruviani sono stati affittati a dipartimento di Loreto in Colombia, tra i quali era amazzonica foresta pluviale , con villaggi come Leticia, sulle le rive del Rio delle Amazzoni , dove vivevano migliaia di peruviani.

In Perù, il trattato è stato tenuto segreto per più di cinque anni fino al 20 dicembre 1927, quando è stato sorprendentemente approvato dal Congresso peruviano , con la risoluzione legislativo n 5940, ad un rigoroso ordine di presidente Augusto B. Leguia . Tre mesi dopo, nel marzo 1928, si è svolto a Bogotà in cambio di ratifiche. E, infine, il trattato è stato consumato con la consegna fisica dei territori, il 17 agosto, 1930, pochi giorni prima della caduta del Leguia. Da allora in poi, non c’era attrito tra peruviani e colombiani nella zona. Peruviani sofferto l’ostilità dai nuovi occupanti.

In cambio, Colombia ci ha dato un territorio abbastanza minore, il triangolo di San Miguel Sucumbíos, territorio che oltre ad essere una zona di agricola, commerciale e industrial.La importanza Compensazione era in alcun modo equo

Il piano di

Articolo principale: Pianificare Leticia

Come previsto, gli abitanti di Loreto male si sentiva a tale consegna di parte del suo territorio e il 27 agosto 1932 riunione si è tenuta in una strada cittadina locale Ramirez Hurtado di Iquitos , dove fu fondato nel il Consiglio patriottico nazionale, presieduto dal tenente colonnello Isauro Calderon, il tenente comandante Hernán Tudela e Lavalle, gli ingegneri di Oscar de la Haza H. Ordonez e Luis A. Arana, medici Guillermo Ponce de Leon, Ignacio Morey Peña, Pedro del aquila Hidalgo e Manuel I. Morey.

Dopo aver solennemente giuro per onorare l’impegno hanno assunto di rivendicare i territori consegnati, hanno adottato tutte le misure e il coordinamento con i comandi militari di Iquitos, la fornitura di armi e tutto era rilevante. Il suo motto era: “Per il mio paese, il tutto per la patria” . La grande garanzia di sostegno da Leticia stessi peruviani, li ha incoraggiati a ottenere il recupero.

Bosses

Il capo dell’operazione era il sottotenente Juan Francisco La Rosa Guevara (comandante della guarnigione sotto la sua giurisdizione aree Caballococha, Chimbote e Ramon Castilla). Il suo esecutore era l’ingegnere Oscar Ordonez de la Haza, come si è convenuto che il movimento di recupero è stato ordine puramente civile non compromettere il paese. Tra i capigruppo erano Alejandro Gonzales, Romeo Rodriguez, Carlos Lozano B., Humberto Villacorta e Demetrio Sifuentes.

Leticia facendo

Prendendo Leticia, prevista per il 15 settembre 1932, è stato avanti due settimane come una questione di strategia, per evitare perdite che potrebbero ostacolare il piano. La centrale operativa è stata la città di confine di Caballococha , i cui abitanti ingrossato l’esercito di recupero civile, il numero era di 48 persone.

All’alba il 1 ° settembre 1932, tramite soffio coraggiose e rapide, recupero Leticia è stato realizzato con il sostegno della stessa popolazione senza violenza. autorità colombiane e la polizia sono stati spediti in Brasile .

Impact

L’evento ha sorpreso sia il governo della Colombia come quello del Perù. Il governo colombiano di Enrique Olaya Herrera ha protestato l’occupazione e considerato come un caso di ribellione interna. Nel frattempo il presidente peruviano Luis M. Sanchez Cerro , inizialmente considerato che come un lavoro di nemici politici (APRA e comunisti) e ha iniziato la ricerca per una soluzione di compromesso; tuttavia, la pressione dell’opinione pubblica peruviana renderebbe presto cambiare radicalmente la sua posizione.

Sanchez Cerro finalmente ha deciso di sostenere i cittadini peruviani che in un impeto di patriottismo avevano recuperato Leticia. Da un punto di vista puramente politico, è opportuno, come hanno fatto ricorso a misure di repressione e di forza per costringere i cittadini a rispettare il trattato del 1922, avrebbe vinto l’ostilità popolare, soprattutto la popolazione di Loreto.

Entrambi i paesi sono stati preparati per la guerra, scontri armati oltre raggiungendo verifica Putumayo .

Il governo peruviano ha chiamato alla mobilitazione e posto davanti alla Difesa Generale Nazionale Oscar R. Benavides , lo stesso quello che sfiora i colombiani nella battaglia di La Pedrera , 1911. Tuttavia, un evento tragico impedito la guerra prendere maggiore proporzioni: l’assassinio del presidente Sanchez Cerro, il 30 nell’aprile come 1933 . Il nuovo governo, guidato da Benavides, è entrato in negoziati di pace con la Colombia, culminata nel riconoscimento del Perù di rispetto per il trattato del 1922. Leticia è stato restituito alla Colombia ed oggi è una grande città, dotato di installazioni militari.

Riferimenti

  1. Torna alla cima↑ Sia la Repubblica del Perù e la Colombia hanno sostenuto sovranità su quella zona del amazzonica colombiana e non riconosciuti e / o ammessi come altri legittimo sovrano.
  • Basadre Grohmann, Jorge : Storia della Repubblica del Perù (1822 – 1933) , Volume 15. A cura di Empresa Editora El Comercio SA Lima, 2005. ISBN 9972-205-77-0 (V.15)
  • Chirinos Soto, Enrique : Storia della Repubblica / 1930 -1985 . Tomo II. Da Sanchez Cerro a Alan Garcia. Lima, AFA Editores, 1985.
  • Guerra, Margarita: Storia generale del Perù . Volume XII. Republic contemporanea (1919-1950). Prima edizione. Editoriale Milla Batres. Lima, Perù, 1984. ISBN 84-499-4818-5
  • Tauro del Pino, Alberto : Encyclopedia of Peru. Terza edizione. Volume 9, “Leticia”. Lima, PEISA, 2001. ISBN 9972-40-158-8