Nei campi di astronomia e astrobiologia , l’ ipotesi della speciale Terra sostiene che la comparsa della vita pluricellulare sulla Terra ha richiesto la coincidenza di un sacco di eventi e circostanze astronomici e geologici. L’ipotesi sostiene che la vita extraterrestre complesso è un fenomeno improbabile ed estremamente raro. Il termine usato in inglese è “terre rare” e viene dal libro di Peter Ward ” Rare Earth: perché la vita complessa è raro in the Universe ” (2000). 1

In contrasto con il principio di mediocrità (in linea con il principio di Copernico ), ci sono quelli che sostengono che la vita sulla Terra non è un caso ordinario, e che le condizioni necessarie per il loro aspetto sono come unico e individuale, che potrebbe essere ci possono essere molto pochi, o anche solo un pianeta con la vita nell’universo: Terra.

I fautori di questa ipotesi sostengono che la vita sulla Terra, e in particolare la vita umana, sembra dipendere da una lunga ed estremamente fortunata catena di eventi e circostanze che potrebbero benissimo essere irripetibile anche su scala cosmica.

Ad esempio, di solito è detto che senza un luna grande come quello con la Terra, il pianeta tenderebbe a fare una precessione molto più importante, cambiando drasticamente tilt nella sua rotazione , e quindi colpisce caotica maniera climatico e, molto probabilmente , il che rende la vita impossibile, come noi sappiamo che .

Altri eventi fortunati apparenti, come ad esempio il fatto che menziona anche Sun si trova in un posto della Via Lattea relativamente priva di supernove , in contrasto con il centro galattico , o che il sole è la dimensione giusta per fornire sufficiente energia, e durano a lungo abbastanza così che è apparsa la vita.

Un’altra occasione positiva per la vita sulla Terra è l’esistenza di un pianeta delle dimensioni di Giove , come del libro Terre Rare gli autori, in un orbita stabile, quasi circolare, e sufficiente distanza dalla Terra per catturare molte comete e asteroidi che altrimenti avrebbero finire fino colpire il pianeta, rovinando tutti i tipi di vita incipiente. Questi, tra le molte altre coincidenze, separatamente possono sembrare banali, ma insieme hanno rendere la terra un posto cosmicamente speciale.

Tuttavia, poiché la fine del ventesimo secolo, e il risultato di nuove scoperte, come ad esempio l’esistenza di molecole organiche nello spazio, la presunta esistenza di un oceano di acqua liquida in Europa , o il fatto provato che i pianeti extrasolari sono relativamente comuni, e che quindi alcuni di loro potrebbero presentare condizioni possibili per la vita, hanno reso questa ipotesi è più condivisa da gran parte della comunità scientifica.

Requisiti per la complessa ipotesi vita

Secondo per l’ipotesi di terre rare, lo sviluppo della vita complessa richiede una serie di circostanze altamente improbabile. Prima un necessario pianeta roccioso che oltre ad essere nel giro di parametri geologici e fisici deve avere un posizioni circunstelar e galattici determinati. La configurazione di corpi astronomici non può essere all’interno del sistema planetario, richiedendo uno che è ravvicinata a quella del sistema solare. Inoltre, la vita complessa richiede eventi che causano grandi cambiamenti evolutivi anche estinzioni di massa .

Riferimenti

  1. Torna a inizio pagina↑ Ward, Peter (2000). Rare Earth: perché la vita Complex è comune nell’Universo . Copernicus Books. ISBN  978-0387952895 .