Il meteorite Murchison prende il nome dalla città di Murchison, Victoria in Australia, . Frammenti del meteorite che cadde in città il 28 settembre come 1969 . Il meteorite, una condrite tipo carbonioso II (cm2) conteneva amminoacidi comuni come la glicina , alanina e acido glutammico , ma anche alcune rare come isovalina e pseudoleucina . 1 Il rapporto iniziale ha dichiarato che gli amminoacidi sono stati racemico sostenendo la teoria che la sua fonte era extraterrestre. Una miscela complessa di stato anche isolato alcani che era simile a quello trovato nel esperimento di Miller-Urey . La serina e treonina sono generalmente considerati come contaminanti terrestre e questi composti erano assente nei campioni.

Ulteriori ricerche hanno trovato che alcuni aminoacidi sono presenti in eccesso enantiomerico . 2 Il omochiralità è considerata una proprietà biologica unica. Alcune dichiarazioni sulla base degli amminoacidi entrano le proteine erano nonracemic in meteorite chiamato in causa, mentre il resto erano. 3Nel 1997 , le indagini hanno dimostrato che i singoli enantiomeri di Murchison sono stati arricchiti con l’ isotopo 15 N di azoto rispetto al loro terra corrispondente, conferma una fonte extraterrestre di un eccesso di enantiomero L enantiomero- nel sistema solare. 4 Un elenco di materiali organici individuati nel materiale meteoriti stato aggiunto al il poliolo nel 2001. 5

Elaborando sull’idea che omochiralità (l’esistenza di acido unico aminoacido L e zuccheri serie D) è stata causata dalla deposizione di molecole chirali di meteoriti, la ricerca ha dimostrato nel 2005 che amminoacidi come L – prolina è in grado di catalizzare la formazione di zuccheri chirali. Catalisi è non lineare, il che significa che prolina in un eccesso enantiomerico del 20% produce un allosio con un eccesso enantiomerico del 55% a partire da una reazione aldolica benziloxiacetaldeido sequenziale in un solvente come DMF . 6 In altre parole una piccola quantità di amminoacidi chirali potrebbe spiegare l’evoluzione degli zuccheri serie D.

Secondo Engel, molte evidenze indicano che le porzioni interne dei frammenti ben conservati del meteorite Murchison sono incontaminate (erano intatti). Engel indica l’intervallo di aminoacidi contenenti gli studi meteoriti e isotopi per stabilire la propria posizione. Altri scienziati sono convinti che le prove dimostra il contrario: che il Murchison è ora completamente contaminato da materiale organico terrestre.

Riferimenti

  1. Torna a inizio pagina↑ Kvenvolden, Keith A.; Lawless, James; Pering, Katherine; Peterson, Etta; Flores, Jose; Ponnamperuma, Cyril , Kaplan, Isaac R.; Moore, Carleton (1970). “La prova per gli amminoacidi extraterrestri e idrocarburi in meteorite Murchison” . Nature 228, (5275): 923-926.
  2. Torna alla cima↑ Engel, Michael H.; Nagy Bartholomew (29 aprile 1982). “Distribuzione e la composizione enantiomerica di aminoacidi nel meteorite Murchison.” Nature 296 : 837-840. doi : 10.1038 / 296837a0 .
  3. Torna a inizio pagina↑ Bada, Jeffrey L.; Cronin, John R.; Ho Ming-Shan, Kvenvolden, Keith A.; Lawless, James G.; Miller, Stanley L.; Oro, J.; Steinberg, Spencer (10 febbraio 1983). “Sulla attività ottica di amino acidi Riportato nel meteorite Murchison.” Nature 301 : 494-496. doi : 10.1038 / 301494a0 .
  4. Torna alla cima↑ Engel, Michael H.; Macko, SA (1 settembre 1997). “Prove isotopiche per aminoacidi non racemi extraterrestri nel meteorite Murchison.” Nature 389 : 265-268. doi : 10.1038 / 38460 .
  5. Torna a inizio pagina↑ Cooper, George; Kimmich, Novelle; Belisle, Warren; Sarinana, Josh; Brabham, Katrina; Garrel, Laurence (20 dicembre 2001). “meteoriti carbonacee come fonte di composti organici di zucchero legate per la Terra primordiale”. Nature 414 : 879-883. doi : 10.1038 / 414879e .
  6. Torna a inizio pagina↑ Cordova, Armando; Engqvist, Magnus; Ibrahem, Ismail; Casas, Gesù; Sundén, Henrik (2005). “Origini plausibile di acido omochiralità amino catalizzato nella neogenesi dei carboidrati.” Chem. Commun. : 2047-2049. doi : 10,1039 / b500589b .