Il paradosso di Fermi è l’apparente contraddizione tra le stime dicono che ci sia un’alta probabilità che ci siano altre civiltà intelligenti nella universo osservabile , e l’assenza di prove di tali civiltà. E ’emerso nel 1950 in mezzo a una conversazione informale fisico Enrico Fermi con altro laboratorio fisico, ma ha avuto importanti implicazioni per progetti ricerche di civiltà extraterrestri (segnale SETI ).

Prova a rispondere alla domanda: “siamo noi esseri umani l’unica civiltà avanzata nell’universo?”. L’ equazione di Drake per stimare il numero di civiltà extraterrestri con i quali finalmente possono contattare sembra di implicare che questo tipo di contatto non è estremamente raro. La risposta di Fermi a questa conclusione è che se ci fossero molte civiltà avanzate nella nostra Galassia poi “Dove sono? Perché non abbiamo trovato tracce di vita extraterrestre intelligente, per esempio, le sonde, veicoli spaziali o trasmissioni? “. Coloro che aderiscono ai risultati di Fermi di solito si riferiscono a questa premessa, come il principio di Fermi .

Il paradosso può essere riassunto come segue: La convinzione comune che l’universo ha molte civiltà tecnologicamente avanzate, combinate con le nostre osservazioni suggeriscono che al contrario è paradossale che suggerisce la nostra conoscenza o le nostre osservazioni sono corrette o incomplete.

La formulazione del paradosso è sorto nel momento in cui Fermi stava lavorando al Progetto Manhattan il cui scopo era lo sviluppo della bomba atomica americana. La risposta di Fermi al suo paradosso è che ogni civiltà avanzata sviluppata nella galassia, con la sua tecnologia si sviluppa il potenziale di sterminare percepito come stava accadendo in quel momento. La mancata trovare altre civiltà extraterrestri significava per lui una fine tragica per l’umanità. [ Senza fonte ]

ipotesi Terra Speciale

Articolo principale: Ipotesi Terra speciale

Una linea emergente di pensiero, chiamata “ipotesi Rare Earth”, suggerisce che la vita pluricellulare può essere strano nell’universo a causa di una possibile carenza di pianeti simili alla Terra. L’argomento è che ci sono stati possibili molte coincidenze improbabili per rendere la vita complessa sulla Terra.

I bracci a spirale delle galassie hanno molti novae e le radiazioni che emettono si crede di essere dannoso per la vita superiore. Il sistema solare è in una orbita molto speciale all’interno della Via Lattea , la nostra galassia . È un quasi perfettamente circolare, una distanza in cui l’orbita sistema solare si muove alla stessa velocità che le onde d’urto che formano i bracci a spirale. Terra è stata tra i bracci a spirale per centinaia di milioni di anni, più di trenta orbite galattiche, quasi tutto il tempo che la vita è esistita sulla tomaia Terra .

Un altro punto cruciale è la luna . L’ ipotesi dell’impatto gigante postula che è formata da una rara collisione tra un giovane Terra e una dimensione pianeta simile a Marte 4.450 milioni di anni fa. La collisione doveva registrarsi a un angolo esatto. Troppo diretta e la Terra sarebbe stata distrutta; troppo poco diretto e il corpo simile a Marte sarebbe stato deviato. In aggiunta, le maree dovute alla Luna stabilizzare la Terra s ‘ asse. Senza la Luna, le sue variazioni, conosciuto come precessione degli equinozi , avrebbero causare tali cambiamenti climatici drammatici che potrebbero precludere la vita. Le maree lunari anche contribuire a mantenere il nucleo caldo della Terra, che deve essere fluido per generare il campo magnetico della Terra; senza di essa, il vento solare tutta l’aria e l’acqua per un periodo di pochi milioni di anni.

I detrattori dell’ipotesi Terre Rare

Sebbene l’ipotesi speciale terra si fonda, si basa sul fatto che le condizioni terrestri per la vita complessa dovrebbe essere, che esclude diverse possibilità di esistenza di altre forme di vita.

Inoltre, alcune persone hanno anche sostenuto che, anche se l’ipotesi si basa solo sulle condizioni terrestri per la vita complessa, c’è una possibilità di vita. Ciò sarebbe possibile data la dimensione dell’universo e il numero di galassie esistenti in esso. In ogni caso, statisticamente ci sarebbe una piccola possibilità che le partite per l’esistenza della vita come Terran si verificano insieme. Così, questa teoria non poteva applicare la completa assenza di vita nell’universo, a parte nostra.

Al fine di stabilire i criteri della vita, che è essenziale per capire come il “meccanismo vitale” funziona su questo pianeta, la comprensione di come i quattro passaggi fondamentali della spirale di DNA rendono esso possibile per un essere vivente, un DNA la cui essenza è di carbonio . Un materiale inerte -carbono- produce un essere vivente. Come è possibile? La ragione è che il carbonio è un elemento di soli quattro elettroni di realizzare collegamenti (elettroni di valenza), che avrebbe aiutarlo a fare un collegamento facilmente con altri elementi, ci sono attualmente più di dieci milioni di carbonio – sostanze a base; in aggiunta, il carbonio è uno degli elementi più abbondanti nell’universo.

rimane ancora a rispondere: “Quando è che un soggetto è un essere vivente” Anche se può sembrare facile rispondere a prima vista, non è affatto se si considera, ad esempio, una goccia di olio in acido che emette pseudopodi .

Uno scarafaggio può mai capire il teorema di Pitagora , in quanto la sua struttura mentale, se il complesso neurale può essere chiamato mente , nessuno sviluppo per un complesso di attività intellettuale; e noi, dobbiamo abbastanza sviluppo mentale per capire come la molecola del DNA ha la vita? La risposta sta nel metabolismo. Quindi, se la vita extraterrestre si chiede Va notato che nel mondo vi è una fonte di energia. In precedenza si pensava che l’unica fonte di energia per la produzione di un metabolismo è la luce del sole, ma in seguito ha scoperto che ci sono batteri che sono anche nati nelle profondità degli oceani, in cui essa non è possibile per vedere la luce del sole; Questo perché il calore emesso dai vulcani sottomarini serve come tale.

vita extraterrestre non deve necessariamente assomigliare umano, anche, o essere intelligenti; perché, sulla base di principi evolutivi, specie sviluppano principalmente rispondere alle esigenze dei rispettivi contesti adattivo e le esigenze di altri mondi non devono essere simile alla nostra. vita extraterrestre dovrebbe rispondere alle rispettive ambiente pianeta: diversa gravità sulla Terra, diversa densità nell’atmosfera, diversi livelli di ossigeno, diverse fonti di energia per creare un metabolismo.

Si basa sulla conoscenza che abbiamo circa l’origine della vita, solo è necessaria una fonte di alimentazione, perché il corpo ha bisogno di avere un metabolismo, e ingredienti chimici che sono stati testati in esperimento di Miller , che aveva la Terra primordiale, quando la vita formata.

L’equazione di Drake

Coloro che credono nelle ipotesi più ottimistiche utilizzate nella equazione di Drake proposto dal Dr. Frank Drake , e ancora più ottimista ipotesi del Dr. Carl Sagan , ha aggiunto che la vita intelligente è comune nell’universo. Abbiamo formulazione di assunzioni e argomenti ragionevoli può supporre che, come la vita è possibile, e perché l’universo è così vasto, che non dovrebbe essere solo plausibile, ma quasi certo che un gran numero di civiltà extraterrestri nell’Universo. Tuttavia, le persone che aderiscono alla premessa del paradosso di Fermi ritiene che a causa della mancanza di prove a questo riguardo, in tutti gli esseri umani probabilità, come le specie tecnologicamente avanzati, sono efficacemente da solo, almeno in una parte del suo Via Lattea . Inoltre, si dice che dal momento che non possiamo ancora determinare con certezza le variabili nell’equazione di Drake, non possiamo determinare il numero di civiltà extraterrestri basate esclusivamente su questa uguaglianza. Dobbiamo, quindi, per esempio, la fiducia i dati, che sono solo ora comincia ad essere raccolti in modo significativo. Solo allora possiamo cominciare ad assumere i valori di ognuna delle variabili nell’equazione di Drake.

Dati attuali

Il nostro sistema solare , se è stata osservata con un telescopio da poche decine di anni luce, sarebbe sembrare insolito per l’enorme quantità di onde radio , a causa di trasmissioni radio umani, ha emesso sembra, inoltre , un niente stella speciale. Si potrebbe pensare che un problema simile di una stella vicina verrebbe immediatamente rilevato come insolito per noi.

Radio e dati osservativi sono stati raccolti e analizzati per decenni da progetti come Progetto Ozma , il progetto di ricerca di intelligenza extraterrestre e diversi progetti di ricerca di pianeti extrasolari. Finora, i dati del SETI mostrano che non ci sono stelle della sequenza principale con insolita raggio delle emissioni; questo suggerisce che siamo l’unica specie che radiotransmite almeno la porzione della parte della galassia che è stato esplorato nostro. In aggiunta, la maggior parte dei pianeti extrasolari che sono stati scoperti fino ad oggi appaiono di avere condizioni ambientali difficili per forme avanzate di vita, ma deve tener conto che le tecniche utilizzate oggi per scoprire nuovi pianeti, influenza gravitazionale su una stella o interponendo tra questa stella e non incoraggiamo la scoperta di pianeti simili alla Terra, ma supermassicci e / o molto vicino a quella stella.

Alcune persone credono che questi risultati possono avere un errore di campionamento significativo:

  • E ‘vietato utilizzare altre specie che stiamo cercando di frequenze radio o non a lasciare fuori quantità significative di frequenze radio. Ora lascia che scivolare via meno energia irradiata di pochi decenni fa causa l’ utilizzo del cavo di trasmissione e satellitare. Più civiltà avanzate potrebbero usare sistemi talkaround laser o microonde , che sono molto più efficienti.
  • Possiamo facilmente trovare sistemi più planetari con orbite e configurazioni che sono meno stabili del nostro.
Altri ancora suggeriscono che siamo probabilmente l’unica stazione di specie in almeno la via lattea , perché altrimenti saremmo sommersi trasmissioni radio extraterrestri e ci sarebbe già stato superato dai primi tentativi di colonizzazione.

L’argomento contro la premessa dietro il paradosso di Fermi

“Phone home ET”

Alcuni di coloro che aderiscono al il principio di Fermi ha suggerito che, dato un sufficiente livello di sviluppo, trasmissioni radio di ogni civiltà sufficientemente avanzata cominciano a oscurare la sua ospite stella sullo spettro radio. Poiché l’uso dello spettro elettromagnetico per la trasmissione delle informazioni è relativamente poco costoso e semplice, uno potrebbe aspettarsi ogni civiltà vantaggio tecnologico Tomase di almeno una parte dello spettro durante lo sviluppo. I critici rispondono che, anche se siamo stati attivamente alla ricerca di segnali extraterrestri per quasi trent’anni in progetti come SETI e ascoltare passivamente statico per quasi un centinaio di anni, non abbiamo ancora sentito alcun problema alieno, tranne per il famoso segnale WOW non sono venuti a trenta anni oltre la sua osservazione, né abbiamo visto alcuna stella di sequenza principale con una firma di Radio inusuale che potrebbe indicare una civiltà tecnologica.

Coloro che credono che la galassia ha molte civiltà tecnologicamente avanzate contatore che gli stranieri possono fare uso di mezzi diversi radio o alla fine scelgono di nascondere le loro trasmissioni per qualche motivo sconosciuto. I fautori del principio di Fermi dicono che potrebbe essere, ma solo se ci sono pochissime le civiltà sia spazio e nel tempo e rapidamente lasciano solo se la radio come mezzo di trasmissione. In entrambi i casi, si dice, se ci fossero molte di queste civiltà, loro trasmissioni avrebbero causano un grande impatto su almeno una parte della spettro elettromagnetico per almeno una parte del loro sviluppo. Inoltre, se non ci fossero così tante civiltà extraterrestri avanzate come Drake e Sagan hanno stimato la loro presenza sarebbe evidente dalle sue trasmissioni. Il fatto che siamo riusciti a ricevere solo e produrre queste trasmissioni per solo una piccola parte della nostra storia può essere limitante il progetto SETI in questo senso.

Il principio antropico

Simile l’ipotesi Speciale Terra è il principio antropico , l’idea che l’universo è “fine – sintonizzato” per consentire per la vita come noi sappiamo che . Il principio postula che, dal momento che la vita sulla Terra non potrebbe esistere se uno qualsiasi dei molti parametri dell’universo dovrebbe essere modificato un po ‘, ma sembra che gli esseri umani hanno un vantaggio unico rispetto a qualsiasi altra forma di vita intelligente. In questo modo è possibile che noi siamo l’unica specie intelligente.

I critici sostengono che il principio antropico è essenzialmente una tautologia ; la vita come noi sappiamo che non potrebbe esistere se le cose erano diverse, ma una diversa forma di vita potrebbe esistere in luogo.

Il contributo di Freeman Dyson

Popolare da Dr. Freeman Dyson , una Sfera di Dyson è un involucro opaco, attorno ad una stella. Tale busta sarebbe stato creato da una civiltà aliena avanzata che ha voluto per salvare quanto più energia irradiata dalla stella più possibile. Non è stato specificato il disegno esatto di una sfera di Dyson; Potrebbe composto di miliardi di collettori solari e habitat spaziali indipendenti o essere una singola struttura unitaria, ma in ogni caso sarebbe fatto di materia solida e intercetta la maggior parte della luce emessa dalla stella di essere ri – irradiato come calore. Una stella circondata da una sfera di Dyson sarebbe emettono una caratteristica spettro di corpo nero senza le forti linee spettrali che Plasma campione stellare, probabilmente con il suo picco insolitamente distante nel infrarossi per una stella delle sue dimensioni. Con questa speculazione, gli astronomi possono cercare cielo notturno stelle con insolita colorato, -postulan- indicano che la vita intelligente altamente avanzato. Queste stelle non sono stati trovati.

Alcuni seguaci del principio di Fermi dire che è altamente improbabile che tutte le civiltà avanzate non sfruttare appieno la fonte di alimentazione della sua stella e così facendo cambiare la firma elettromagnetica del sole.

Alien colonizzazione

I seguaci del principio di Fermi dicono che dato quello che sappiamo dalla capacità della vita di superare le avversità e di colonizzare nuovi habitat sul nostro pianeta, possiamo ragionevolmente supporre che la vita segue altrove gli stessi principi. In questo caso, i seguaci del principio di Fermi postulano che ogni civiltà avanzata quasi certamente cercare nuove risorse e colonizzare prima il proprio sistema solare, e poi i circostanti sistemi solari. Alcuni scrittori hanno cercato di stimare il tempo che ci sarebbe voluto un tale civiltà di colonizzare l’intera galassia. Essi hanno stabilito che ci sarebbe voluto tra i 5 ei 50 milioni di anni per raggiungere questo obiettivo su una larga scala. 1 Un relativamente piccolo tempo su scala geologica; più a scala cosmologica.

Soluzioni per il paradosso

risorse limitate potrebbero imporre limiti su sviluppo esponenziale

La proposta più recente e accettato è presentato da Jacob Haqq-Misra e Seth Baum, della Pennsylvania State University , 2 suggerendo che la chiave di questo paradosso è l’errore di credere che una civiltà in grado di colonizzare l’universo a un ritmo esponenziale. Secondo al loro, l’esaurimento delle risorse dovrebbe imporre limiti sulla lo sviluppo di qualsiasi civiltà e pertanto non può essere data una crescita esponenziale della stessa.

A differenza di Fermi, che credeva che le civiltà autoexterminaban con le armi, questi ricercatori pensano il paradosso corrisponde alla limitazione delle risorse finite è imposto, ma il risultato finale è lo stesso: mai contatto con altri esseri o probabilità è molto bassa. Spostare l’attuale fase di crescita umana e l’esaurimento delle risorse territoriali: il picco del petrolio e di altre risorse, la sovrappopolazione, il riscaldamento globale, l’inquinamento e diffuso collasso ecologico marzo ad un ipotetico scenario di una civiltà galattica. 2 Ma essi sostengono che ci possono essere migliaia di civiltà avanzate che cercano di colonizzare la loro stretta ambiente spaziale, ma farà in modo a un ritmo così lento che verrà mai entrare in contatto con l’ altro nel tempo e nello spazio.

Alcuni sostengono che le civiltà che è lasciato più qualsiasi cosa questi saggi dai correttamente gestire le proprie risorse avere più tempo. Si differenziano da civiltà come umano, la saggezza e la conoscenza consumistica di realizzare nel breve termine, investendo le risorse disponibili in modo rapido, ma mettendo così in pericolo la sua esistenza. 2

Esistono, ma la maggior parte delle persone non sanno ancora

Coloro che credono che alcuni UFO potrebbero essere astronavi extraterrestri hanno una risposta al paradosso: è ragionevole per credere che uno stile di vita abbastanza intelligente per viaggiare per il nostro pianeta può rimanere qui senza rilevare. In alternativa, possiamo già stati rilevati da loro, e un messaggio o un emissario sono ‘in corso’. Altri ricorrono a teorie del complotto a sostenere che la prova di visite extraterrestri vengono nascoste da una élite di politici, ricchi, banchieri, imprese o governi che non vogliono che il pubblico di conoscere la reale portata dei contatti.

Lì, sono stati qui, ma siamo stati

Alcune persone come Stephen Baxter , hanno notato che la capacità dell’umanità di individuare e comprendere la vita intelligente extraterrestre esiste solo per un tempo molto breve, forse solo un secolo.

Secondo questo punto di vista, l’umanità semplicemente non porta abbastanza periodo di trovare vita extraterrestre. Ad esempio, un milione di anni fa, non ci sarebbero gli umani sulla Terra che gli stranieri potevano trovare. Ci potrebbero essere anche altri mondi più promettenti da visitare.

Anche se gli alieni avevano visitato la Terra di recente, avrebbero potuto essere prese come esseri soprannaturali, mostri, creature fantastiche o addirittura gli dei, i primi culture umane; quindi passare inosservato qualsiasi record di questi contatti come mitologie.

Esistono, ma non comunicano con noi

Vedi anche: Zoo ipotesi

Una possibilità è quella di nascondere la sua esistenza per l’umanità. Potevano farlo a causa di considerazioni etiche o il desiderio di mantenere la diversità culturale. Potrebbero anche deliberatamente nascosti per vari motivi, come può essere per evitare la distruzione da altre civiltà più avanzate, voler vivere senza interferenze da altre forme di vita o di esperienza in altri contatti

Un’altra idea proposta è lo zoo, il che suggerisce che la Terra è osservata per scopi etici di studio o. L’idea è simile alla ‘prima direttiva’ serie Star Trek . L’umanità avrebbe dovuto raggiungere un certo limite etico o tecnologico, prima di essere contattato.

È stato anche suggerito che ci sia la possibilità che semplicemente hanno alcun interesse negli esseri umani. Ciò può accadere perché la loro possibile psicologia potrebbe essere molto diverso da quello ipotizzato in altre possibilità, che si basa sul presupposto che sia intelligente, il loro comportamento dovrebbe essere simile a umana; e, pertanto, dovrebbero essere di interesse per altre forme di vita. O perché non siamo importanti, la nostra civiltà sarebbe molto semplice o comune e niente da offrire loro , quindi non richiede la vostra attenzione.

Un recente idea è che l’uso di tecnologie come trasmissioni radiofoniche sono fondamentalmente una cattiva dispendio di energia e di civiltà più avanzate non li potrebbero utilizzare per questo motivo; dato che la trasmissione è emessa in tutte le direzioni, ed è necessaria così tanta energia per il segnale raggiunge una data distanza. Così, si ipotizza che non potrebbe mai possibilmente rilevare i segni di civiltà più avanzate, prodotta con questa tecnologia. Un esempio è che la tecnologia umana sta sostituendo i cavi di comunicazione di trasmissione (fibra ottica), la trasmissione laser, etc.

Possiamo anche supporre che ci sia vita intelligente su un pianeta. Ma in esso non ci sono metalli come ferro, rame, alluminio, ecc, gli abitanti di quel pianeta potrebbe pensare che ci sono altri mondi abitati, ma non possono costruire un trasmettitore, nemmeno un semplice elettromagnete. Ad esempio, i Maya e altre civiltà del passato, sono stati culturalmente molto avanzata, ma quasi del tutto sconosciuta la metallurgia, si svilupparono nel Vecchio Mondo. La vita intelligente non presuppone la vita tecnologico o uno sviluppo simile tra tutte le forme di vita.

Ci e comunicare, ma non si sente

Altri punti di vista dicono che gli extraterrestri stanno cercando di comunicare con noi o comunicare con l’altro, ma non rilevano. Questo problema può essere dovuto alla incompatibilità o mancanza di necessario per rilevare il tipo di comunicazione utilizzato, o anche che il ritmo della vita è molto più lungo o più corto del nostro tecnologia, quindi i loro segnali vengono presi tracce come brevi senza senso o semplici impulsi che non hanno collegamenti tra loro.

Può anche accadere che i segnali di comunicazione che indicano la loro esistenza non si sono finora al nostro sistema solare, analogamente a quanto avviene con i nostri segnali radio in molte aree dell’universo.

Il punto del immensità dell’universo è un forte divaricatore di Fermi. Anche i segnali radio emessi da migliaia di vita intelligenti di anni non potevano essere percepiti anche oggi, a seguito di questo punto. I segnali rilevabili radioscopes emissioni telescopi e rimangono limitati alla velocità della luce, ma non sufficiente per andare distanze cosmiche.

Un esempio di questo potrebbe essere: se una forma di vita intelligente a un milione di anni luce attualmente utilizza le onde radio da 5000 anni fa, al primo segno Romario è ancora emesso 995.000 anni per raggiungere la Terra.

Sono finiti

autori di fantascienza hanno proposto un’altra possibile spiegazione: qualcosa o qualcuno distrugge la vita intelligente. Questo argomento può essere trovato in romanzi di fantascienza come Portico e il suo sequel di Frederik Pohl .

Un’altra alternativa è che la vita intelligente tende a distruggersi; per esempio, la guerra nucleare, guerra biologica, chimica, esaurimento delle risorse, etc.

E ‘anche postulato che a un certo punto della loro vita finiscono sempre per essere distrutta da un fenomeno naturale del pianeta o nello spazio; esempio potrebbe essere l’impatto di meteoriti che si sono verificati sui pianeti e le lune del sistema solare.

Ci sono , ma non sono a conoscenza di loro

Ad esempio, tra le formiche e gli esseri umani, siamo consapevoli di loro, ma non sono parte di noi, se non che c’è una aggressione diretta che li rende sensibili ad un’azione che non sarà registrato come “aggressione umana”, ma semplicemente come qualcosa catastrofica della natura che li circonda. Le formiche vivono e fanno il loro lavoro sociale complesso totalmente ignoranti dell’esistenza umana. Tuttavia gli esseri umani, anche se avrebbero la potenza specifica di distruggere le loro comunità, generare paura in loro, perché “umano” non esiste per loro.

Non ci sono mai stati

Articolo principale: Ipotesi Terra speciale

Altri, come Richard Dawkins e Paul Davies, propongono che le condizioni per la vita sono da ritenersi rara nell’universo. Anche per la vita di evolversi e venire ad esistere civiltà intelligenti anche in condizioni meno frequenti, devono essere rispettati e mantenuti nel tempo senza la presenza di alterazioni drastiche come sarebbe ciò che sarebbe accaduto da impatti di grandi meteoriti o altri fenomeni che sono così comuni, che impediscono la vita può venire a formare o svilupparsi fino al punto di esplorazione cosmica o di colonizzazione.

Il neocatastrofismo stima la frequenza dei fenomeni cosmologici, come focolai di raggi gamma e il loro possibile impatto sulla regolazione della comparsa di vita .

Si tratta noi o non esiste ancora

Infine, alcuni ricercatori collegano la teoria del viaggio nel tempo e l’esistenza di vita extraterrestre, giungendo alla conclusione che la vita intelligente interstellare è nato sulla Terra. Sarebbe essere che un gruppo di esseri intelligenti sul pianeta Terra era venuto a chiudere alla velocità della luce verso altri mondi, una volta raggiunto conoscenze tecnologiche per tale un viaggio in aprile , evitando qualsiasi disastro intergalattico sulla Terra. Così, ogni nuovo pianeta civilizzato sarebbe evolvere in modo diverso nel corso del tempo.

Secondo questa teoria, gli UFO sarebbero macchine realtà del tempo umano del futuro che, per qualche ragione, ha deciso di visitare la Terra in alcuni dei suoi viaggi al passato e le diverse razze extraterrestri deriverebbe da diversi percorsi evolutivi che seguiranno la specie umana in futuro.

In breve, la vita intelligente interstellare sarebbe venuto da una vita intelligente comune, noi che entrambi sono venuti da cose che popolano la Terra vivente. Quindi, secondo questa teoria è impossibile che possiamo comunicare perché non esistono.

Secondo a Brian Cox , scrittore scientifico sulla televisione britannica e l’ex batterista D: risma , “una soluzione al paradosso di Fermi è che esso non è possibile per sviluppare un mondo che ha il potere di distruggere se stesso e hai bisogno di soluzioni globali collaborazione per evitare questo “.

Sono intelligenti, ma non sviluppati

Può anche essere il caso che queste civiltà sono forme di vita intelligenti, ma sono in periodi di loro simile alla nostra di mezza età, o la storia preistorica, perdendo così centinaia e persino migliaia di anni per raggiungere un livello di sviluppo che permettono loro di comunicare con noi.

Utilizzare segnali criptati e non in grado di riconoscere

Nel 2015 Edward Snowden in un podcast con Neil deGrasse Tyson , ha proposto la sua soluzione al paradosso: Data la necessità universale per mezzo di comunicazione sicuro, una civiltà extraterrestre potrebbe essere la trasmissione di segnali criptati che non abbiamo potuto identificare come fonte intelligente (supponendo che la sua intenzione è non il contatto con un’altra civiltà):

“Quello che stiamo sentendo-potrebbe essere uno spettacolo alieno TV, o una telefonata o un messaggio da GPS, qualunque cosa-è impossibile per noi a differenziare esso dalla radiazione cosmica di fondo ” 5

Transcension ipotesi

Futurista John intelligente , 6 fondatore membro della Fondazione Accelerating Studies, è l’autore di L’ipotesi di Transcension che propone che un processo universale di sviluppo evolutivo guida tutte le civiltà a quella che potremmo chiamare la “spazio interno”, un dominio computazionalmente crescita ottimale, densità produttiva, miniaturizzati e scale efficiente dello spazio, tempo, energia e materia (STEM, lo spazio, il tempo, l’energia, la materia), e , infine, simile ad un bersaglio buco nero, perché è questi ambiente di calcolo ottimale e più densa struttura universale. Kardavesh si oppone alla scala proposta dalla crescita nell’uso di energia di una bilancia civiltà (1. Utilizzare un pianeta, 2. Un sole, 3. Una galassia) contro Barrow sulla cui scala è la miniaturizzazione chiave (posizione spaziale ) la civiltà di ingegneria (da B1. Manipolazione di oggetti di dimensioni più grandi di loro (unire e separare i solidi, costruire edifici, miniere, ecc) per B7. Manipolare la struttura dello spazio-tempo).

Transcension come sviluppista destinazione ha lo scopo di contribuire alla soluzione del paradosso di Fermi, offre un’alternativa alle proposte espansionistiche (alla conquista dello spazio) che erano stati proposti finora. Se ogni civiltà nel nostro universo è notevolmente limitato in quello che si può imparare date le sue risorse computazionali limitate, e se molte civiltà si evolvono in parallelo e isolato nel nostro universo per questo motivo, allora probabilmente c’è un forte mandato etico per evitare la comunicazione a senso unico e farsi da parte per favorire una maggiore diversità possibile nel processo di Transcension.

Inoltre suggerisce che il centro galattico, perché è la parte più antica della galassia è più probabile che presentare le più antiche civiltà, e quindi che è già stata data la singolarità tecnologica e sono post-Transcension. Nel centro della maggior parte delle galassie vi è un buco nero supermassiccio. La velocità massima di calcolo di un self-contained nell’universo fisico (Limite Bremermann) in base all’equazione di Einstein della massa-energia (c²) e il sistema costante di Planck (h). Il valore limite è c² / h, o 1,36 x 10 50 bit al secondo per kilogramo.Este è limite evidente le prestazioni di qualsiasi “computronium” che una civiltà futuro potrebbe creare in questo universo fisico. Seth Lloyd, il lavoro applicando Bremermann teorizzato che i buchi neri (in particolare, il loro orizzonte degli eventi) sono ambienti di elaborazione definitivi, perché solo in densità di buco nero “muro della memoria” dei moderni computer scompare.

In informatica classica, vi è un costo di tempo per l’invio di informazioni dal processore per log memoria e ritorno. Nel limite di STEM densità di buco nero (Space Time Energy Matter), i computer raggiungono Bekenstein diretto a costo energetico trasferimento delle informazioni, e il tempo necessario per calcolare, cambiare un po ‘(tflip) in qualsiasi posizione è altrettanto difficile da comunicare da qualsiasi parte del sistema ad un altro in orizzonte degli eventi.

Note e Riferimenti

  1. Torna alla cima↑ Dove sono Scientific American
  2. ↑ Vai a:un b c . Haqq-Misra, Jacob D; Baum, Seth D. (2009). “La soluzione sostenibilità al paradosso di Fermi” . Ufficiale della British Interplanetary Society (Wallasey, Cheshire, UK: The Society) 62 : 47-51. ISSN  0007-084X . OCLC  1.537.261 . Estratto 25 ottobre 2011 .
  3. Torna a inizio pagina↑ Fred Hoyle (1964)

    “Si è spesso detto che se la specie umana non riesce nel suo stile di vita qui sulla Terra, qualche altra specie avranno luogo. Nel senso di sviluppare l’intelligenza questo non è corretto. Abbiamo esaurito, o subito noi, i presupposti fisici, in modo da questo pianeta è interessato. con il carbone, oli esausti, minerali metallici legge ad alta impoverito, nessuna specie, competenti, è possibile fare il grande salto dalla condizioni primitive ad una tecnologia di alto livello. E ‘una questione di fortuna. Se falliamo, questo sistema planetario non per quanto riguarda l’intelligenza. lo stesso deve essere vero per altri sistemi planetari. n ogni ci sarà un’opportunità ed una sola “.

  4. Torna alla cima↑ http://verne.elpais.com/verne/2015/04/15/articulo/1429098765_280220.html
  5. Torna a inizio pagina↑ errore chiamando Template: Quote Podcast : I parametri URL e il titolo devono essere specificati. Neil deGrasse Tyson. [1]
  6. Torna alla cima↑ http://accelerating.org/articles/transcensionhypothesis.html