La Prairie Alto Veld è una ecoregione del ecozone Afrotropicale , definito da WWF , e che si estende, in parte, sul pianoro del Alto Veld .

Descrizione

Si tratta di un acorregión di prato di montagna , che si estende su una superficie di 186,200 chilometri quadrati, divisa tra il centro-orientale dell’Africa e occidentale del Lesotho . Si limita al nord con il Bushveld , est e sud dai monti Drakensberg e ovest verso il Kalahari e Karoo .

Flora

bioma prateria è prevalente soprattutto nel Highveld dove la flora predominanti sono erbe, arbusti bassi e acacie principalmente spine bianche e cammello . La vegetazione è più rada verso il nord-ovest a causa di scarse precipitazioni.

Fauna

L’ecoregione è ricco di specie di uccelli e mammiferi , ma povero di rettili a causa di freddo.

Tra i grandi mammiferi, sede di diverse specie che sono rare nel resto dell’Africa meridionale: la iena marrone ( Parahyaena brunnea ), il zibetto africana ( Civet africano ), il leopardo ( Panthera pardus ), antilope sable ( Hippotragus niger ), il pangolino Temminck ( pangolino terra ), Ratel ( honey badger ), la donnola colletto bianco ( strisce donnola africano ), il aardwolf ( Proteles cristatus ), il oribi ( Oribi ) e zebra Hartmann ( Equus zebra hartmannae ) . Altri grandi mammiferi come il bianco – gnu dalla coda ( gnu nero ) e le mandrie rinoceronte bianco di grandi mammiferi, inclusi GNU nero (GNU ( Ceratotherium simum ), furono sterminati dai primi coloni.

Tra i rettili, includere il coccodrillo del Nilo ( Crocodylus niloticus ), il pitone Seba ( Python sebae ) e due specie di varano : il varano del Nilo ( Varanus niloticus ) e Varanus albigularis .

Endemismo

  • il topo Mus orangiae
  • il Lark Botha ( Spizocorys fringillaris )
  • la lucertola giganteus Cordylus
  • il agámido Agama Distanti

Stato di conservazione

In pericolo di estinzione.

L’habitat prateria originale è conservato solo in riserve naturali, ma anche questi vengono degradati. Lo stato attuale dell’ecosistema frammentazione, insieme a cambiamenti previsti per i prossimi anni può portare alla estinzione di alcune grandi animali, come la gru del Paradiso ( Anthropoides paradisea ).

Ampi tratti sono dedicati al settore agricolo, che, insieme con il bestiame, gli incendi, l’urbanizzazione, l’estrazione mineraria e il rimboschimento con specie aliene hanno causato la frammentazione degli habitat.