praterie xeriche etiopi e arbusti , è il nome di una ecoregione di ecozone Afrotropicale , definito da WWF , che si estende lungo la costa africana del Mar Rosso e il Golfo di Aden da Eritrea , Etiopia , Gibuti e la Somalia . Questa ecoregione è principalmente tra il livello del mare e 800 metri sul livello del mare. Vi sono, tuttavia, molte colline e massicci, che vanno fino a 1.300 m, e anche depressioni eccezionali errori indotti, come la Dancalia, che è sotto di 155 m sotto il livello del mare. Questa regione è estremamente attiva tettonicamente, sperimentando molti terremoti e vulcani attivi a intermittenza. La pioggia è molto bassa e la media annuale che varia da 100 a 200 millimetri (mm), meno piogge quando la maggior parte della costa. Ci sono molte specie di interesse, come Lark di Archer , una sorta di albero di drago ( Dracaena ombet ), e una vasta selezione di ungulati del deserto, tra cui l’ultima popolazione vitale di asino selvatico africano ( somalo asino selvatico )

Descrizione

Si tratta di una ecoregione arida semidesertica occupa 152,200 chilometri quadrati lungo la costa africana del Rosso e il Golfo di Aden mare. Comprende la costa meridionale della fine del Sudan , tutta l’Eritrea tranne l’estremità meridionale della costa e dell’entroterra nel nord, la regione dell’Etiopia al confine con Gibuti e l’Eritrea del sud, tutti Gibuti ad eccezione della costa nord, e la costa nord-occidentale della Somalia . Sulla costa tra Eritrea e Gibuti confina con il deserto costiero dell’Eritrea . Sud e ovest le savana cespuglio della Somalia ; est, la macchia xerico montane Somalia ; e nord, la savana di acacie del Sahel .

Clima

Il clima è molto caldo e secco. La media annuale delle precipitazioni varia da meno di 100 mm in prossimità della costa di circa 200 mm all’interno. Le temperature medie minime variano da 21 ° C a 24 ° C, e la temperatura massima media è di circa 30 ° C.

Flora

La vita vegetale della regione ha bisogno di ulteriori studi, che è stata ostacolata dalla lunga – lotte politiche termine nella regione. La flora endemica comprende un albero di drago (Dracaena ombet). Soprattutto a causa dell’instabilità politica della regione nel corso degli ultimi 30 anni, molti elementi della fauna e flora sono ancora molto poco conosciuti. A la suggestione della ricchezza floreale si stima che 825 a 950 specie sono stati osservati in Djibouti , anche se molti di loro trovano solo in piccole aree periferiche della foresta altopiani etiopi . Questi valori anomali fanno parte della massicci forestali Mabla giorno e sopra 1.100 m di Gibuti.

Fauna

I mammiferi trovano qui sono l’ultimo somalo asino selvatico ( somalo asino selvatico ) si trova in natura, nella penisola di Buri in Eritrea. Altri erbivori includono Beira , la gazzella comuni , la gazzella Soemmerring , la gazzella giraffa e Beisa Oryx . Il mammifero solo puramente endemica è un gerbillo Gerbillus acticola . Ci sono una serie di habitat secco di rettili endemici tra cui lucertole, Hemidactylus Arnoldi e Tropiocolotes tripolitanus somalicus . Gli uccelli sono inclusi Heteromirafra archeri .

Minacce e conservazione

densità di popolazione umana è di solito meno di dieci abitanti per chilometro quadrato (km2). In alcune zone, ci sono meno di una persona per km2. I gruppi etnici dominanti sono pastori Afar e il clan somalo, il Issas. la densità umana, tuttavia, non tenere conto di animali al pascolo. Lo stato di conservazione di questa ecoregione è vulnerabile, con poche aree protette e la mancata attuazione di quelle esistenti. Tuttavia gli habitat sono stati degradati, soprattutto da pascolo e il taglio degli alberi per la legna da ardere e di compensazione terreno per la semina. L’unica area protetta è il selvatici Asini Riserva Mille-Serdo in Etiopia, nonostante la protezione è prevista per la penisola Buri e depressione della Dancalia in Eritrea. Le aree urbane della regione sono i porti di Massaua in Eritrea, la città di Gibuti e Berbera in Somalia. città più piccole includono l’antica capitale della regione di Afar , Asaita in Etiopia e piccoli porti lungo la costa e in Tadjoura a Gibuti e Zeila in Somalia. Turismo nella regione comprende le isole Dahlak immersioni.