SETI @ home ( “SETI a casa” , “SETI a casa” in inglese ) è un progetto di calcolo distribuito che gira su piattaforma informatica Berkeley Open Infrastructure for Network Computing ( BOINC ), sviluppato dal laboratorio spaziale Scienze presso l’ Università della California a Berkeley ( Stati Uniti ). SETI è un acronimo in inglese di Ricerca di Intelligenza Extraterrestre (Search for Extraterrestrial Intelligence). Il suo scopo è di analizzare i segnali radio per i segni di intelligenza extraterrestre, ed è una delle tante attività svolte nell’ambito del SETI .

SETI @ home è stato rilasciato per il pubblico il 17 maggio 1999 1 2 3 rendendo esso il secondo progetto di grandi dimensioni – uso scala calcolo distribuito attraverso l’ internet per scopi di ricerca, come Distributed.net che è stato rilasciato nel 1997. Insieme con MilkyWay @Home e Einstein @ home , SETI @ home è il terzo più grande iT progetto di questo tipo che indaga i fenomeni dello spazio interstellare come obiettivo principale.

Storia

Il progetto è stato ideato da Frank Drake , che ha creato una formula (chiamato Formula Drake ) per determinare il numero di civiltà tecnologiche che potrebbero esistere nella nostra galassia . Nel 1974, Frank Drake e Carl Sagan emessi dal radiotelescopio di Arecibo, un messaggio di 2 min verso l’ammasso stellare M13 , un insieme di circa 500.000 stelle molto vecchie. Questo messaggio non era altro che un atto simbolico, perché M13 è circa 25.000 anni luce , quindi non aspettatevi di risposta fino a quando entro 50.000 anni, ma quando si invia un messaggio con una potenza di diversi miliardi di watt , ha aperto la modo di messaggi interstellari. 4

Il processo di ricerca

Una radio telescopio parabolica situato in Arecibo ( Portorico ), acquisisce segnali radio nella frequenza di idrogeno , che è l’elemento più abbondante in nell’universo, particolarmente l’idrogeno neutro (21 cm). Questa frequenza (che rientra nella gamma di radio) senza intoppi attraverso le nuvole di gas, polveri, atmosfere e galassie, in modo da trovare uno schema regolare in questa frequenza sarebbe un chiaro segno che qualcuno sta inviando informazioni intenzionalmente.

Questi segnali provenienti dallo spazio sono trattati presso l’ Università di Berkeley e poi distribuiti in piccoli pacchetti 2 collaboratori min di registrazione volontari in tutto il mondo che utilizzano i loro personal computer per analizzare i segnali in questione per determinare se qualcuno di loro è una sequenza che può essere il prodotto di un essere intelligente.

In realtà ciascun pacchetto consiste di 107,4 s originale, più una solapeo circa 15 s dell’unità precedente, per impedire un segnale viene trovato, essendo tagliare tra due sezioni, quindi il segnale viene registrato esiste in un’unità o il prossimo.

Sono 15 s degli altri solapeo e non, perché questa è la distanza più grande della gamma di frequenza a che analizza). Gli utenti di “casa” dovrebbero usare un programma gratuito e volontario, che viene scaricato via Internet esclusivamente dal sito web dell’Università di Berkeley, e dispone di 2 versioni:

  • Su la una versione mano è un salvaschermo che analizza i segnali nel tempo che il processore non utilizza risorse.
  • D’altra parte un altro molto più veloce e niente versione appariscente l’utente esegue quando si desidera. Questa versione è stata progettata per gli utenti che scelgono di impegnarsi ulteriormente in questo progetto.

Abbiamo anche una serie di programmi aggiuntivi che altri utenti hanno sviluppato per tenerli informati circa il processo di analisi dei segnali. Dopo aver terminato l’analisi (WUS noto tra i suoi utenti, acronimo di unità di lavoro), l’utente ritorna alla Università di Berkeley, dove studiano i risultati delle analisi e classificati secondo l’importanza si possono avere i pacchetti.

Risultati

Anche se il progetto non ha rilevato alcun segnale ETI (vedi intelligenza extraterrestre ), ha identificato diversi obiettivi candidati (posizioni celesti), in cui l’intensità di picco non è facile da spiegare come punti di rumore, 5 per ulteriori analisi.
Il più importante segnale candidato fino ad oggi è stata annunciata il 1 ° settembre 2004, ha auspicato sorgente radio shgb02 + 14a . L’astronomo Seth Shostak ha detto nel 2004 che si aspetta di ottenere un segno conclusiva e la prova di contatto alieno tra il 2020 e il 2025, sulla base della equazione di Drake . 6 Ciò significa che uno sforzo prolungato può beneficiare SETI @ home, nonostante i suoi attuali quindici anni di mancata esecuzione nella rilevazione STI.

Anche se il progetto non ha raggiunto l’obiettivo di trovare intelligenza extraterrestre, si è dimostrato ai progetti della comunità scientifica calcolo distribuito utilizzando computer collegati a l’ Internet può avere successo come strumento di analisi di fattibilità, e anche battere i più grandi supercomputer . 7 Tuttavia, non è stato dimostrato che il progetto è scientificamente beneficiato da l’ordine di grandezza della quantità di materiale utilizzato, molti fuori casa (l’intenzione originale era di usare 50.000-100.000 computer di casa). 8 (Per i dettagli, vedere “minacce ai progetti di seguito.)

Obiettivo

Ciò che in ultima analisi, sono alla ricerca di sono modelli che non obbediscono alla casualità , come ad esempio la ricerca:

  • segnali con potenza dalla media,
  • triplette di segnali equidistanti,
  • segnali che potrebbero essere di lunga durata e che a causa del movimento del telescopio si riflettono come una curva gaussiana.

Il segnale è analizzato in una gamma di frequenze basate funzioni accelerare o diminuire Doppler . segni trovati dei candidati, questi poi devono aderire a un’analisi più rigorosa, per escludere fonti conosciute come le interferenze satellitare. Anche dopo questo, se alcuni prevale segnali devono essere confermati tramite l’osservazione di altri radiotelescopi.

Il radiotelescopio è il secondo più grande nel mondo (ormai superato dopo la costruzione della RATAN-600 ( Russia )) con la sua 305 m di diametro , questo ti permette di raccogliere più debole rispetto ai segnali dei radiotelescopi più piccoli. Solo registra l’ emisfero celeste settentrionale a causa dell’orientamento e della posizione del del radiotelescopio stesso. I segnali vengono inviati alla University of Berkeley , dove vengono confezionati e distribuiti tra gli utenti. Questa è una tecnica di calcolo distribuito , in modo che la potenza di molte macchine in tutto il mondo per discutere accelerare il processo insieme. Ci sono circa 4 milioni di utenti con il programma SETI installato sul proprio computer.

Tecnologia

Chiunque con un computer connesso a l’ Internet può partecipare attivamente al SETI @ home l’esecuzione di un programma gratuito che scarica e analizza i dati dai radiotelescopi .

dati osservativi sono memorizzati su nastro 36 Gigabyte al radiotelescopio di Arecibo a Porto Rico , ciascuno con 15,5 ore di osservazioni, che vengono poi spediti a Berkeley . 9 Arecibo non hanno una connessione a Internet ad alta larghezza di banda, quindi i dati dovrebbero andare via e-mail a Berkeley in un primo momento. 10 Una volta lì, sono divisi in unità di lavoro 107 secondi sia nel dominio del tempo e della frequenza, 11 che si sovrappongono nel tempo ma non in frequenza. 9 Queste unità di lavoro vengono poi inviati dal server di di SETI @ home via Internet ai personal computer in tutto il mondo per analizzare.

L’attuale software di analisi può cercare per i segnali circa un – decimo della potenza di soglia di ricerche precedenti in quanto utilizza un algoritmo computazionalmente intensive chiamato integrazione coerente .

I dati vengono combinati in un database di utilizzare i computer di SETI @ home a Berkeley. La rimosso interferenza , e vari algoritmi di rilevamento modello applicano alla ricerca dei segnali più interessanti.

Software

Classic client SETI @ home (versione 3.08).

Il software di calcolo distribuito SETI @ home ha più screensaver o in modo continuo, mentre un utente lavora, utilizzando la capacità del processore che potrebbe altrimenti non utilizzato. La piattaforma software iniziale, che è ormai nota come “Classic SETI @ home , ” corse tra il 17 maggio 1999 fino al 15 dicembre 2005. 12Questo programma è in grado di eseguire SETI @ home solo; ed è stato sostituito da BOINC , l’ infrastruttura di Berkeley Open for Network Computing, che consente anche agli utenti di contribuire in altri progetti di calcolo distribuito durante l’esecuzione di SETI @ home. La piattaforma BOINC sarà anche consentire la sperimentazione di altri tipi di segnali. La soppressione della piattaforma di SETI @ home Classic fatto i computer Macintosh con versioni precedenti di Mac OS X non erano ammessi a partecipare al progetto. Il 3 maggio 2006 è iniziata la distribuzione delle unità di lavoro per una nuova versione di SETI @ home chiamato “SETI @ home migliorata”. Dal momento che i computer hanno ora la potenza di calcolo di lavoro più intenso rispetto a quando il progetto è iniziato, questa nuova versione è due volte più sensibile sui segnali di Gauss e alcuni tipi di segnali pulsati software SETI @ home (BOINC) originale. Questa nuova applicazione è stata ottimizzata per il punto in cui verrà eseguito più velocemente su alcune workunits rispetto alle versioni precedenti. Tuttavia, alcune unità di lavoro (unità di lavoro migliori, scientificamente parlando) avranno bisogno di molto più tempo. In aggiunta, alcune applicazioni distribuzioni SETI @ home sono stati ottimizzati per un particolare tipo di CPU. Questi sono conosciuti come “eseguibili ottimizzati” e sono stati trovati a correre più veloce su sistemi con questa CPU specifica. Dal 2007, la maggior parte di queste applicazioni sono ottimizzate per i processori Intel (e le loro corrispondenti set di istruzioni ). 13 I risultati del trattamento normalmente trasmessi automaticamente quando il computer è connesso a l’ internet, ma anche possono essere programmati per connettersi a l’ internet quando necessario.

Statistiche

Con più di 5,2 milioni di partecipanti in tutto il mondo, è il progetto di calcolo distribuito con il maggior numero di partecipanti fino ad oggi. L’intento originale di SETI @ home è stato utilizzato da 50.000 a 100.000 computer di casa. 8 Dal suo lancio il 17 maggio 1999, il progetto ha registrato più di due milioni di anni di tempo di calcolo aggregata. Il 26 settembre 2001, SETI @ home ha effettuato un totale di 10 21 operazioni in virgola mobile. E ‘riconosciuto dai Guinness World Records come il più grande processo della storia dei computer. 14 Con oltre 278.832 i computer attivi nel sistema (2,4 milioni in totale) in 234 paesi, al 14 novembre 2009, SETI @ home ha avuto la capacità di calcolare più di 769 teraflop . 15 Per un confronto, il Tianhe-2 , che a giugno 2013 è stato il supercomputer più veloce nel mondo, raggiungendo 33,86 petaflop.

Vedi anche

  • SETI
  • Berkeley Open Infrastructure for Network Computing
  • Einstein @ Home
  • World Community Grid
  • FAH
  • grid computing
  • Allegato: Progetti che utilizzano BOINC
  • PlanetQuest
  • PrimeGrid
  • Rosetta @ home
  • CUDA
  • brookgpu

Riferimenti

  1. Torna alla cima↑ Dr. Tony Phillips (23 maggio 1999). “ET, telefono SETI @ home!” . NASA . Richiamato il 6 ottobre 2006 .
  2. Torna a inizio pagina↑ Robert Nemiroff; Jerry Bonnell (17 maggio 1999) , . “Astronomy Picture of the Day ‘ . Richiamato il 6 ottobre 2006 .
  3. Torna alla cima↑ ‘SETI @ home Classic: In Memoriam ” . 15 Dicembre 2005 . Richiamato il 6 ottobre 2006 .
  4. Torna a inizio pagina↑ Astrobiology Magazine. “L’uomo a Contatto” (in inglese) . Estratto 10 luglio 2012 .
  5. Torna a inizio pagina↑ “Candidato segnale” . SETI @ home Classic . Estratto 23 Giugno 2010 .
  6. Torna alla cima↑ Shostak, Seth (22 luglio 2004). “Primo contatto entro 20 anni: Shostak» . Spazio quotidiano . Estratto 12 giugno 2006 .
  7. Torna alla cima↑ “BOINC aggregato – Panoramica di credito” . BOINCstats . Estratto 23 Giugno 2010 .
  8. ↑ Vai a:un b “Sullivan, et al:. Seti @ Home” . Seticlassic.ssl.berkeley.edu . Estratto 17 maggio 2009 .
  9. ↑ Vai a:un b Korpela, Eric; Dan Werthimer, David Anderson, Jeff Cobb e Matt Lebofsky (gennaio 2001). “SETI @ home – Massively Distributed Computing per SETI” . Computing in Science & Engineering 3 : 78-83. doi : 10,1109 / 5992,895,191 mila .
  10. Torna alla cima↑ “A proposito di SETI @ home page 2» . Seticlassic.ssl.berkeley.edu . Estratto 17 maggio 2009 .
  11. Torna alla cima↑ @ home SETI (2001). “Il SETI @ home Sky Survey” . Consultato il 2 giugno 2006 .
  12. Torna a inizio pagina↑ SSL Berkeley. “SETI @ home” (in inglese) . Estratto 10 luglio 2012 .
  13. Torna a inizio pagina↑ “SETI @ home applicazioni scientifiche ottimizzate e informazioni” . Lunatics.kwsn.net . Estratto 17 maggio 2009 .
  14. Torna a inizio pagina↑ Newport, Stuart (a cura di) (2005). “Più grande di calcolo” . Guinness World Records . HCI intrattenimento . Estratto 3 dicembre 2005 .
  15. Torna a inizio pagina↑ ‘SETI @ Home Progetto ” . Statistiche BOINC . Estratto 14 novembre 2009 .