Tau Ceti E è un esopianeta non confermata, che potrebbe essere orbita intorno alla stella Tau Ceti , ad una distanza di 11,9 anni luce . E ‘il quarto pianeta del sistema per distanza dalla sua stella. Si trova nella costellazione Cetus l’ emisfero sud . 2

Come gli altri quattro pianeti Tau Ceti, è stato rilevato per l’analisi statistica dei dati provenienti da sue variazioni stella nella sua velocità radiale, che sono stati ottenuti utilizzando HIRES, AAPS, e HARPS. 1

Caratteristiche fisiche

Il pianeta orbita nella zona abitabile di Tau Ceti, una distanza di 0,552 UA (equivalente ad un’orbita intermedia tra Venere e Mercurio nel sistema solare), con un periodo orbitale di 168 giorni. Potrebbe essere un super- -Earth , con una massa minima di 4,29 M e, partendo dal presupposto che è fatto di rocce e acqua, hanno un raggio di 1,59 R . 2

Il suo aspetto attuale è sconosciuta. Considerando le stime in termini di valori di massa e raggio, potrebbe essere sia un super -Earth come un mini-Nettuno in quanto è proprio sul confine che separa i corpi telluriche dei giganti gassosi (6 M e 1,6 R ). 3 Studi recenti suggeriscono che i corpi di sotto di questo limite , ma notevolmente più massiccio della Terra, tendono ad accumularsi più acqua sulla sua superficie, in modo da Tau Ceti e potrebbe essere un pianeta oceano . 4 Se questo è il caso, la vicinanza alla sua stella può essere dissociato particelle d’acqua, provocando tutto l’idrogeno sul pianeta ha lasciato la superficie da fuga idrodinamica , lasciando dietro un pianeta deserto con alte concentrazioni di sorgente di ossigeno non organico. 5 Il risultato di questo processo sarebbe un corpo planetario simile a quella contenuta nell’intestazione della comparsa articolo. In definitiva, è possibile che la prossimità della sua stella e la mancanza di acqua, hanno condannato il pianeta a una serra incontrollato che l’utilizzo come “Supervenus”.

Abitabilità

Finora, è il secondo più vicino alla Terra, con la possibilità di ospitare la vita dopo esopianeta Proxima Centauri B . Tuttavia, la stima per il pianeta, considerando un’atmosfera simile a albedo terrestre, la temperatura media sarebbe di 50 ° C (35 ° C oltre la Terra), essendo proprio al confine tra mesoplanetas e termoplanetas . 2

E ‘probabile che per la più grave , diretta conseguenza della loro elevata massa, assumere una elevata concentrazione di gas sulla superficie. Un’atmosfera densa può aumentare in modo significativo la sua temperatura superficiale media, rendendo Tau Ceti ed in un termoplaneta (sarebbe il primo scoperto fino ad oggi), o anche un “Supervenus”. In questo caso, l’unica vita possibile sul pianeta sarebbe rappresentato da organizzazioni quali termofili . Il tuo indice di similarità Terra è 78%. 2

Il vero potenziale per la vita di Tau Ceti E è nota ed è fortemente soggetto alle condizioni reali presenti sulla sua superficie. Le informazioni limitate disponibili suggeriscono che dovrebbe essere molto diverse da quelle sulla Terra, con temperature ben al di sopra consentita dalla maggior parte delle forme di vita terrestri.

Fiction

Nel romanzo di fantascienza I robot dell’alba di Isaac Asimov non è un mondo chiamato Aurora colonizzata dai umanità nel sistema stellare Tau Ceti. Nella saga di Hyperion Cantos da Dan Simmons , un pianeta chiamato Tau Ceti Centro, la capitale amministrativa del mondo e della società interstellare umana chiamata l’Egemonia dell’Uomo è menzionato. Nel romanzo i diseredati , di Ursula K. Le Guin si è un pianeta doppio (Urras e Anarres) in orbita nella zona abitabile di Tau Ceti.

Riferimenti

  1. ↑ Vai a:un b c d e f http://star-www.herts.ac.uk/~hraj/tauceti/paper.pdf
  2. ↑ Vai a:un b c d “Planetary Laboratory Abitabilità” . PHL Università di Porto Rico ad Arecibo (in inglese) . Estratto 4 febbraio 2015 .
  3. Torna a inizio pagina↑ “Nuovo strumento per altre terre rivela Ricetta” . Dell’Harvard-Smithsonian Center for Astrophysics . 5 gennaio 2015.
  4. Torna alla cima↑ parete, Mike (18 aprile 2013). “Che vita aliena potrebbe essere simile su pianeti Nuovo ‘Water World’?” (In inglese) . Space.com . Estratto 12 MARZO 2015 .
  5. Torna a inizio pagina↑ Perryman, Michael (2011). ’11’ . Il manuale Exoplanet (in inglese) . Cambridge University Press. pp. 278-282. ISBN  978-0-521-76559-6 .